A- A+
Royal Family News
Meghan Markle vince la causa contro il Daily Mail: "Violata la sua privacy"
Meghan Markle compie 40 anni,due collane con i segni zodiacali dei figii

Meghan Markle vince anche l'appello della causa sulla sua privacy contro il Daily Mail: "La lettera al padre era privata, violata la sua privacy"

Meghan Markle ha vinto anche nel ricorso presentato dall'editore dei tabloid britannici Mail e Mail on Sunday dopo la condanna in primo grado nella causa legale per violazione della privacy subita dalla duchessa di Sussex. La Corte d'appello di Londra ha infatti respinto il ricorso di Associated Newspapers. 

Mail e Mail on Sunday erano stati chiamati in causa dalla consorte del principe Harry, per aver pubblicato senza permesso a suo tempo una lettera colma di amarezza da lei inviata al padre Thomas, nell'estate del 2018. Il giudice londinese Mark Warby lo scorso febbraio aveva accolto la richiesta degli avvocati della duchessa di Sussex di emettere un giudizio immediato sulla vicenda, senza dar luogo a un processo che avrebbe dato spazio a ulteriore sensazionalismo. E aveva decretato la pubblicazione della missiva come un attentato alla privacy di Meghan e al copyright. 

Meghan Markle: "Ora possiamo rimodellare l'industria dei tabloid"

Quella che arriva ora è "una vittoria non solo per me ma per chiunque altro abbia mai avuto paura di difendere ciò che è giusto", ha dichiarato la duchessa del Sussex. "Ciò che conta di più è che ora siamo a livello collettivo più coraggiosi per rimodellare un'industria dei tabloid che condiziona le persone a essere crudeli e trae profitto dalle bugie e dal dolore che creano", ha aggiunto. "In quasi tre anni ho sopportato sotterfugi, intimidazioni e attacchi calcolati".

Respito di sollievo quindi per Meghan e Harry, dopo che nelle scorse settimane la duchessa sembrava prossima alla testimonianza in tribunale, dopo essere stata costretta ad ammettere di aver mentito sulla lettera indirizzata al padre, che "aveva scritto con un collaboratore proprio nel caso in cui la missiva ofsse diventata di dominio pubblico". Alla fine i giudici hanno zittito i media britannici in merito alla privacy della duchessa che "va rispettata, nonostante la sua vita sia di pubblico dominio".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
meghan marklemeghan markle daily





in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


motori
CUPRA Born VZ: prestazioni elettriche senza compromessi

CUPRA Born VZ: prestazioni elettriche senza compromessi

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.