A- A+
Costume
Sesso a prezzi stracciati, il monopolio delle cinesi

A Napoli il mercato del sesso è targato Cina. Anche quello della prostituzione è quasi prevalentemente monopolizzato dal “made in China”. Bastano un paio di notti e una mattinata al seguito di una pattuglia del Radiomobile dei carabinieri per rendersi conto di come la trasformazione sotto la pelle della città che non dorme mai e che insegue le lusinghe del piacere a buon mercato sia ormai una realtà, un fatto compiuto.
 
Di giorno nei centri che offrono massaggi orientali, meta di insospettabili professionisti, imprenditori e figli di papà in cerca di esotici svaghi; e dopo il tramonto - fino all'alba e anche oltre - nei bassi trasformati ormai in luridi postriboli dove le ragazze orientali vengono sfruttate due volte: dal racket dei camorristi straccioni che per consentire di esercitare la professione più antica del mondo pretendono il “pizzo” quotidiano; e poi dai loro protettori, tutti rigorosamente cinesi.
 
Racconta molte cose, questa realtà.
Tanto per cominciare spiega come l'effetto della “concorrenza” (sleale) delle ragazze dagli occhi a mandorla messe a fare la vita abbia di fatto spezzato le ossa alle altre professioniste del sesso: a cominciare da quelle nigeriane, rumene, albanesi e - perché no - anche italiane. I rapporti sessuali non si consumano mai in macchina o per strada, ma tra quattro mura sicure.
 
Venti euro per un rapporto orale, il doppio per un rapporto “completo”. L'età delle prostitute (qui non esistono trans o travestiti) varia dai 18 ai 40 anni, e ognuna ha una storia di dolore e sofferenza alle spalle: di ciò che guadagnano una fetta consistente va ai protettori, il resto - e non si tratta di cifre irrisorie, si parla minimo di 3000 euro al mese - viene dirottato attraverso i money transfer alle famiglie che vivono nelle più sperdute province della Cina.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
sessocinesi
in evidenza
Ferragni spettacolare a Parigi Calze a rete e niente slip

Le foto delle vip

Ferragni spettacolare a Parigi
Calze a rete e niente slip

i più visti
in vetrina
Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"

Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"


casa, immobiliare
motori
Maserati Grecale, ultimi test estremi nelle radure svedesi

Maserati Grecale, ultimi test estremi nelle radure svedesi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.