A- A+
Costume
Trofeo Comte de Montaigne, l’ippica toscana torna a sognare

Trofeo Comte de Montaigne, l’ippica toscana torna a sognare

Di Andrea Cianferoni

Cavalli e cavalieri protagonisti di un emozionante spettacolo di salto con ostacoli al Centro Ippico Toscano, una delle più antiche strutture in Italia per la pratica dell’equitazione, che affonda le sue radici all’inizio del XX secolo. Cento anni festeggiati nel 2004 e che con i suoi 6 ettari complessivi è considerato uno dei centri ippici di respiro nazionale ed internazionale. In questa location di altissimo livello Banca Intermobiliare, leader tra le società italiane specializzate nella gestione dei patrimoni e Maison Comte De Montaigne situata nella parte sud dello Champagne, con una produzione di grandissima qualità (dal Brut al Rosé, fino alla Cuvée Spéciale) hanno organizzato una serata su invito della pr milanese Ileana Turrini, che attraverso lo spettacolo, ha fatto rivivere le emozioni del rapporto tra cavaliere e cavallo legato alle interiorizzazioni e alla difesa di alcuni valori basilari, che sopravvivono nell’immaginazione collettiva moderna: la libertà, la lealtà, la tenacia, l’impegno e la fedeltà ad una causa. 

Erano i principi base di Michel de Montaigne, nato a Bordeaux nel 1533, famoso filosofo,scrittore e politico francese, che effettuò un lungo viaggio a metà del cinquecento in Italia e nella speranza di trovare beneficio nelle acque termali si trasferì lungamente a Bagni di Lucca, per sottoporsi alla cura delle acque. Fu anche sindaco di Bordeaux città nella quale scrisse le sue memorie del viaggio in Italia, pubblicato soltanto due secoli più tardi, nel 1774 con il titolo “Journal du Voyage de Michel de Montaigne en Italie, par la Suisse et l’Allemagne” un libro di straordinario interesse contenente varie notizie sull'Italia (usi, costumi, tradizioni) che l'autore ammirava moltissimo. Un’attenzione per l’Italia, e la Toscana in particolare, che viene portata avanti ancora oggi dal discendente della Maison di Champagne, “Abbiamo voluto tradurre il concetto di libertà sacro per Michel de Montaigne, rispettando la nostra tradizione ed i nostri valori con il cavallo puro sangue, simbolo di eleganza e di libertà” spiega Stéphane Revol, CEO della Maison che ha voluto fortemente questa manifestazione nella campagna toscana in cui il suo antenato a cosi lungamente vissuto.

Tags:
trofeo ippicocomte de montaignetoscana
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.