A- A+
Cronache
"Aiuto, mi tengono prigioniera in casa". Liberata grazie alla Dad

Arezzo, segregata in casa manda un messaggio ai carabinieri durante la Dad

Riesce a farsi liberare sfruttando la Dad. E' quanto accaduto ad Arezzo, dove una ragazza di origine pachistana, di circa 20 anni, prigioniera in casa, ha chiesto aiuto ai carabinieri inviando una mail durante la didattica a distanza, unica occasione in cui le era concesso l'uso del computer. La giovane, segregata in casa dai genitori nell'intento di ostacolare la sua relazione con un ragazzo di differente credo religioso, era stata privata del proprio cellulare. I carabinieri sono intervenuti sul posto, in provincia di Arezzo, liberandola, lo scorso fine settimana, come comunicato dall'Arma in una nota.

Nella mail ai carabinieri la ragazza avrebbe scritto anche che se non avesse chiuso la relazione "i suoi parenti erano pronti a riportarla con la forza" in patria o a "usare la violenza nei confronti suoi e del fidanzato, sino addirittura a minacciarli di morte". Poi a voce avrebbe aggiunto una giustificazione all'opposizione dei suoi parenti legandola alla diversa religione, lei e la sua famiglia musulmani, mentre il ragazzo di fede indù. Lo frequenta "da poco meno di un anno" ed è "poco più grande di lei" ha spiegato ai militari, e "tutto era andato bene fino al momento in cui" la sua famiglia aveva saputo della relazione "disapprovandola nel modo più assoluto a causa della diversa fede religiosa". Così avrebbero "segregato la giovane in casa, privandola del telefono cellulare e dei documenti d'identità, consentendole di uscire solo laddove assolutamente necessario, e solo accompagnata dai fratelli, al fine di accertarsi che non incontrasse più il fidanzato". 

Commenti
    Tags:
    prigioniera in casacarabinieridad
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Il vaccino preferito dagli italiani? Pfizer? Ma va: l'Acqua di Lourdes

    Covid vissuto con ironia

    Il vaccino preferito dagli italiani?
    Pfizer? Ma va: l'Acqua di Lourdes

    i più visti
    in vetrina
    Elisabetta Canalis, zip della tuta giù: scollatura da infarto. Maddalena Corvaglia senza reggiseno

    Elisabetta Canalis, zip della tuta giù: scollatura da infarto. Maddalena Corvaglia senza reggiseno





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Seat Arona, nuovo look e interni rinnovati

    Seat Arona, nuovo look e interni rinnovati


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.