A- A+
Cronache
Arcuri, altra indagine sul suo operato. "Troppo care le siringhe che comprò"

La Procura di Roma ha aperto un'indagine in relazione all'acquisto di 157 milioni e 100 mila siringhe da parte dell'ex commissario all'emergenza Covid-19, Domenico Arcuri.

Secondo quanto si apprende, gli accertamenti sono stati affidati al pm Antonio Clemente. Il procedimento, allo stato, risulta senza indagati e senza ipotesi di reato. A determinare l'apertura di un fascicolo è stato un esposto presentato dal parlamentare europeo di Fratelli d'Italia, Enzo Rivellini. 

L'avvocato Luigi Ferrandino, che assiste il deputato, ha spiegato che "il fascicolo, numero 1925/21, è al momento senza indagati e senza ipotesi di reato. L'acquisto programmabile e non emergenziale è, certo, una vicenda degna di attenzione. Il costo delle siringhe 'luer lock' pagato dalla struttura commissariale è risultato decisamente più alto delle normali siringhe che in tutto il mondo si stanno usando".

Commenti
    Tags:
    arcuriindaginesiringhe
    in evidenza
    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    Esportazioni

    Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

    i più visti
    in vetrina
    Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

    Pnrr e opportunità per le Pmi
    CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri





    casa, immobiliare
    motori
    Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»

    Citroën firma la serie speciale C3 «Elle»


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.