A- A+
Cronache
Arezzo: lite tra vicini finisce con un omicidio, morto 57enne

Arezzo, lite tra vicini sfocia in omicidio

Una lite tra vicini, con tanto di assalto con ruspa per cercare di demolire una casa, è sfociata in un omicidio che si è consumato nella serata di giovedì 5 gennaio alle porte di Arezzo, in località San Polo. Un 57enne albanese, operaio, è morto dopo essere stato colpito con un'arma da fuoco.

I carabinieri del comando provinciale e della compagnia di Arezzo hanno arrestato un 53enne italiano con l'accusa di omicidio: intorno alle ore 20:30, affacciandosi da una finestra della propria abitazione mentre l'albanese era alla guida dell'escavatore, ha esploso almeno cinque colpi con una carabina regolarmente detenuta, di cui quattro hanno colpito mortalmente la vittima.

Le indagini dei militari dell'Arma hanno consentito di appurare che pochi minuti prima degli spari, la vittima, un vicino di casa dell'uomo arrestato, per futili motivi riconducibili a pregressi dissidi di vicinato, alla guida di un escavatore di sua proprietà, aveva effettuato ripetutamente manovre all'interno del piazzale antistante le loro abitazioni: prima avrebbe danneggiato quattro autovetture parcheggiate, tutte di proprietà dei familiari dell'arrestato, e poi colpito più volte con la benna del mezzo le mura e il tetto dello stabile del 53enne, provocando gravissimi danni strutturali all'abitazione all'interno della quale si trovavano l'arrestato e i suoi familiari a tavola per la cena.

L'attacco inconsulto del 57enne avrebbe provocato la reazione del vicino che, utilizzando un fucile regolarmente detenuto, ha esploso alcuni colpi in direzione della vittima, uccidendolo.

L'arma e i bossoli rinvenuti sulla scena del reato sono stati sequestrati così come tutta l'area dove è avvenuto il fatto. Il magistrato di turno della Procura ha disposto gli accertamenti medico-legali sulla salma che verranno svolti nei prossimi giorni presso l'istituto di medicina legale dell'ospedale di Siena. Nell'attesa dell’interrogatorio di garanzia l'arrestato è stato condotto al carcere di Arezzo.

I vigili del fuoco hanno dichiarato inagibile l'abitazione che è stata assaltata con la ruspa.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
arezzoomicidiovicini
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo





motori
Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.