A- A+
Cronache
virra ape piccola

A causa di una tradizionale tecnica di depurazione, la cosiddetta filtrazione a terra di diatomee, la birra venduta in Germania contiene livelli alti di arsenico. Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori della TUM (Technische Universitat Munchen) in uno studio presentato al 245esimo meeting dell'American Chemical Society. Dopo aver analizzato tutti i materiali, dal luppolo al malto durante l'erogazione, i ricercatori hanno rilevato che l'arsenico e' rilasciato dalla farina fossile (o sabbia di diatomee).

ll materiale filtrante e' utilizzato per rimuovere il lievito, il luppolo e altre particelle e dare alla birra l'aspetto cristallino. "Siamo giunti alla conclusione che la farina fossile è una significativa fonte di contaminazione da arsenico della birra", ha spiegato Mehmet Coelhan, autore della ricerca. Il metodo trova largo impiego nella filtrazione della birra, del vino e di altri prodotti. "Tuttavia i livelli di arsenico risultanti sono solo lievemente elevati ed e' improbabile che chi beva le birre prodotte con questa tecnica diffusa si ammali. L'avvelenamento da alcol e' un'ipotesi molto piu' realistica", ha concluso.

Tags:
arsenicobirragermania
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.