A- A+
Cronache
Baby-killer, giustizia troppo docile: serve il pugno di ferro
Bullismo

Criminalità giovanile, giustizia troppo docile: serve un cambio di passo 

C’è molto più di qualcosa di sbagliato, nel modo in cui stiamo crescendo le nuove generazioni. I recenti fatti di cronaca, che si susseguono uno via l’altro senza soluzione di continuità in una preoccupante escalation di gravità, dimostrano con incontrovertibile chiarezza che l’approccio di sottovalutazione delle condotte adolescenziali violente e l’abuso del perdono, sociale e giudiziale, usato a pioggia come strumento di deresponsabilizzazione degli adulti nei confronti di figli cresciuti male, non funzionano. 

LEGGI ANCHE: Prof colpita da pallini a Rovigo, abbassati i voti di condotta

Dai ragazzini che sparano pallini di gomma all’insegnante durante la lezione riprendendo tutto col cellulare e diffondendo il video allo scopo di diventare “virali”, promossi a fine anno col nove in condotta; a quelli poco più grandi che intraprendono sfide acchiappa “like” e acchiappa soldi, guidando per 50 ore un’auto di grossa cilindrata e sfrecciando a oltre 120 km orari dove c’è il limite dei 30, provocando un incidente in cui è morto un bambino, ma che i genitori difendono perché è stata solo una “bravata”; ai due sedicenni arrestati per aver ammazzato di botte un senzatetto, riprendendo le violenze col cellulare e che già, sempre sui social, avevano manifestato la loro indole violenta.

LEGGI ANCHE: Casal Palocco, lo youtuber Matteo Di Pietro al Gip: “La mia vita è rovinata"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bravatecriminaligiovaniomicidi
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
DS Automobiles: protagonista al Chantilly Arts & Élegance Richard Mille

DS Automobiles: protagonista al Chantilly Arts & Élegance Richard Mille

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.