A- A+
Cronache
india bambina 500

La polizia ha realizzato alcuni arresti nella Valle dello Swat (Pakistan nord-occidentale) dove una bambina di sei anni è stata obbligata da una jirga (consiglio) di anziani a sposarsi nel villaggio di Bazkhela con un ragazzo di 16, applicando la ‘Swara’, una antica pratica tribale per comporre divergenze fra famiglie. Lo scrive oggi il quotidiano The Nation.

Nonostante sia proibita dalla legge, la ‘Swara’ e’ ancora utilizzata nelle aree tribali del nord-ovest e solo negli ultimi sei mesi vi sono stati in Pakistan almeno una trentina di casi di matrimoni forzati, fra cui alcuni riguardanti minori. Nell’ultimo episodio conosciuto, riferisce il giornale, gli agenti hanno denunciato ed arrestato sei persone, fra cui il giovane sposo, il padre della bambina di nome Habibullah, e’ fuggito, e il religioso, Fazal Jamil, che ha officiato il rito di matrimonio.

Tags:
pakistanmatrimonio
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.