A- A+
Cronache
Carlo Cracco e il suo convento "regalato" nel mirino dell'Anticorruzione

Qualche grattacapo per Carlo Cracco. L'Autorità anticorruzione di Raffaele Cantone indaga sul convento dell'Annunciata di Abbiategrasso che il masterchef ha ricevuto in comodato gratuito per un anno. Si tratta di un edificio del 400 da poco restaurato e costato ai contribuenti 11 milioni di euro. Qui, come annunciato dallo chef stellato sarà inaugurata una accademia di alta cucina.

Il comodato gratuito, come spiega Libero, è stato "vinto" da Cracco dopo che un precedente bando d'assegnazione del Comune di Abbiategrasso era stato sospeso dalla giunta targata Pd. La gara poi vinta dallo chef veneto - denuncia l'opposizione - sembrava scritta su misura per lui, vista la presenza tra i requisiti di alcune caratteristiche particolari come l'avere un fatturato di 7 milioni di euro negli ultimi tre esercizi, essere titolare di un contratto di consulenza per l'area food da almeno 120mila euro, avere due stelle Michelin, due forchette del Gambero Rosso, tre cappelli dell'Espresso e essersi posizionato per quattro anni tra i primi 50 ristoranti al mondo della classifica San Pellegrino.

Tags:
carlo craccoanticorruzione
in evidenza
Vanessa Minotti, i dietro le quinte della regina dei Mondiali

La Diletta di Qatar 2022. Le foto

Vanessa Minotti, i dietro le quinte della regina dei Mondiali


in vetrina
Eni, a Milano la flotta Enjoy diventa anche elettrica

Eni, a Milano la flotta Enjoy diventa anche elettrica





motori
Debutta in Europa tecnologia Nissan e-4orce

Debutta in Europa tecnologia Nissan e-4orce

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.