A- A+
Cronache

Nuova perizia psichiatrica per Annamaria Franzoni ma lei non sarà in aula. La perizia, disposta dai magistrati, è stata disposta per valutare il pericolo di recidiva. La donna è stata condannata a 16 anni di reclusione per l'omicidio del figlioletto Samuele, avvenuto a Cogne il 30 gennaio 2002.

Il tribunale di sorveglianza di Bologna il mese scorso ha rinviato la decisione sulla richiesta di arresti domiciliari per la Franzoni. La detenzione domiciliare, come aveva spiegato la difesa della donna, è stata chiesta per assistere il figlio più piccolo, Gioele. La procura generale aveva espresso parere contrario. La Franzoni è rinchiusa dal maggio 2008 nella casa circondariale della "Dozza" di Bologna. Nell'agosto 2012 il tribunale aveva dichiarato inammissibile la domanda di arresti domiciliari valutando che la misura non potesse essere concessa per chi aveva subito una condanna con l'applicazione della pena accessoria della decadenza dalla potestà genitoriale. Secondo la difesa, invece, si trattava non di decadenza ma di sospensione della potestà.

La Corte di Cassazione, nell'agosto dello scorso anno, aveva fissato una nuova udienza in camera di consiglio ed in contraddittorio tra le parti disponendo, quindi una nuova trasmissione degli atti presso il tribunale di sorveglianza di Bologna per la decisione sull'istanza. La Franzoni, dall'ottobre scorso, è stata ammessa al lavoro esterno al carcere in una cooperativa sociale a Bologna dove svolge attività di sartoria. Qualche settimana fa, alla donna, fu concesso un permesso premio di cinque giorni per uscire dal carcere e stare con i propri cari nel paese dell'Appennino bolognese dove vive la sua famiglia.

Tags:
cogneperiziafranzoni
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.