A- A+
Cronache
Donna sceglie l'eutanasia, ma è giallo su 800mila euro di eredità

I parenti l’avevano cercata per giorni. Poi avevano denunciato la scomparsa ai Carabinieri. Ma lei, Oriella Cazzanello, una signora di 85 anni di Arzignano, aveva scelto di andare in una clinica in Svizzera per scegliere la dolce morte. I familiari hanno saputo dell'accaduto quando sono giunte per posta al notaio le sue ceneri, dentro un’urna, come dalla volontà della donna..

Ma la della signora Cazzanello ha lasciato aperti molti interrogativi, anche perchè la sua cospicua eredità non è stata destinata ai parenti, ma a un amico che l'avrebbe aiutata a compier eil gesto estremo. L'uomo è stato denunciato dalla famiglia, anche se non è chiaro per quale reato potrebbe essere accusato. Ma c'è anche un giallo legato ai gioielli appartenuti alla donna e che ora sono scomparsi. All'appello mancano anche le due polizze vita dell´importo complessivo di circa 800 mila euro e il cui beneficiario è l´amico ligure sessantenne che l´avrebbe accompagnata in macchina a Basilea per il viaggio verso l´eutanasia.

La defunta era benestante, molto: aveva disponibilità liquide al di sopra di 1,5 milioni di euro ed era proprietaria di cinque immobili. Come scrive Il Giornale di Vicenza, la donna non aveva figli e come eredi ha un fratello e i figli della sorella mancata anni fa. Il certificato di morte inviato dalla clinica svizzera non è valido in Italia, quindi la vicenda è destinata ad avere lunghi strascichi giudiziari.“

Iscriviti alla newsletter
Tags:
donnagioiellieutanasia
in evidenza
Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

Scatti d'Affari

Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

i più visti
in vetrina
Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone

Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone





casa, immobiliare
motori
Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico

Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.