A- A+
Cronache
Ebola per l'Oms quasi 900 morti. Ricovero sospetto a NY. Il siero segreto funziona

E' salito a 887 morti e 1.603 casi di contagio il bilancio dell'epidemia di virus ebola nell'Africa occidentale. E' quanto ha annunciato l'Organizzazione mondiale della sanita' (Oms). Dal 31 luglio al 4 agosto, nei tre Paesi in cui si e' diffuso il virus - Guinea, Liberia e Sierra Leone - sono stati registrati 163 nuovi casi e 61 morti.

Un uomo è stato ricoverato nel Mount Sinai Hospital di New York e viene sottoposto a controlli per verificare se abbia contratto il virus, anche se i medici dell'ospedale dicono che "difficilmente si tratta di Ebola". L'uomo, che non è stato identificato, si è presentato di sua volontà al pronto soccorso del Mount Sinai Hospital di New York, dopo aver avvertito i sintomi: febbre alta e problemi gastrointestinali, tipici del virus dell'ebola. I medici lo hanno subito posto in "stretto isolamento" in attesa di effettuare tutti i test, ma per i risultati ci vorranno un giorno o due. "Sono state prese tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza dei pazienti, dei parenti e del personale dell'ospedale", si legge in un comunicato. "Continueremo a lavorare a stretto contatto con gli addetti sanitari federale e comunali e dello stato per monitorare il caso, informare i cittadini e fornire le migliori cure a tutti i nostri pazienti", conclude la nota dell'ospedale. Nei giorni scorsi, riferisce la Cnn, sei persone erano state sottoposte a esami per sospetto contagio, ma nessuna aveva contratto il virus. 

Il siero segreto funziona - Tre fiale dell'Ebola  di un siero sperimentale segreto per combattere il virus sarebbero state usate sui due medici missionari americani colpiti in Liberia: ad affermarlo e' la rete Cnn. Secondo la rete televisiva, Kent Brantly, il medico arrivato ieri negli Usa ed in 'miglioramento', e' stato il primo a ricevere il ritrovato prodotto negli Stati Uniti e mai usato prima su esseri umani. Il siero si chiama 'ZMapp' ed e' stato messo a punto dalla azienda Mapp Biopharmaceutical Inc. I due pazienti - mentre in Liberia - erano stati informati sulla mancanza di dati sugli effetti del composto sugli esseri umani. Il siero aveva pero' dati risultati promettenti sulle scimmie.

Quattro scimmie che avevano ricevuto il trattamento nelle prime 24 ore dalla comparsa dei sintomi di febbre emorragica erano sopravissute. Secondo le fonti della Cnn, Bryant e' stato il primo a ricevere il siero, visto che giovedi' scorso le sue condizioni stavano peggiorando molto rapidamente e non riusciva piu' a respirare: "Sto per morire", aveva detto il medico alle persone intorno a lui. Il siero sarebbe stato infuso per endovena e nel giro di un'ora le condizioni del missionario sarebbero migliorate decisamente. La mattina dopo Bryant si sarebbe alzato sulle sue gambe ed avrebbe fatto anche una doccia. Nancy Writebol, l'altra paziente americana attesa negli Usa nelle prossime ore, avrebbe ricevuto la stessa medicina domenica e anche le sue condizioni sarebbero in via di miglioramento.

Usa-Africa: al via il summit, 50 leader da Obama; 4 paesi esclusi - Economia e opportunita' di sviluppo, diritti umani e democrazia, ebola e terrorismo: sono questi i temi del mega summit Usa-Africa, in piu' grande di tutti i tempi di questo tipo, ospitato dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama a Washington e a cui partecipano 50 stati rappresentati da un re, 35 presidenti, 9 premier, 3 vice presidenti e due ministri degli Esteri africani.

Sono solo 4 gli stati africani che non saranno presenti perche' non invitati da Obama: la Repubblica Centrafricana, l'Eritrea, il Sudan e lo Zimbabwe, stati discussi sul fronte dei diritti umani. Il ministro degli esteri sudanese, Ali Karti, ha appunto commentato la mancata presenza di Omar al-Bashir, su cui pesano crimini di guerra,: "Non e' normale che l'Africa abbia accettato di partecipare a quel meeting dove non e' stato invitato uno dei suoi membri piu' importanti" ha commentato il ministro. Fuori dalla lista anche il presidente dello Zimbabwe Robert Mugabe, l'eritreo Issaias Afeworki e il leader di transizione della Repubblica Centrafricana Samba Panza. Il tutto all'ombra del grande assente, Nelson Mandela, da poco deceduto. Per il SudAfrica sara' comunque a Washington il presidente Jacob Zuma.

Tags:
ebolaomsmortiricovero
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.