A- A+
Cronache

di Antonino D'Anna

È un papato non convenzionale, questo si è capito. E si è capito anche che le sorprese non finiranno per un bel pezzo. Jorge Mario Bergoglio, salito al Soglio pontificio la sera del 13 marzo 2013 col nome di Francesco, è un Papa che sta compiendo innovazioni giorno dopo giorno. Per il momento, in attesa delle decisioni in tema di Curia (che daranno altre indicazioni sul suo modo di pensare e agire), è il “Francesco Style” che sta conquistando milioni di fedeli nel mondo e anche la simpatia di tante persone lontane dalla fede. Un dato: l'account Twitter @Pontifex è passato da 3,3 milioni di followers a 5,2 in questi giorni. Per non parlare delle innumerevoli leggende e bufale fiorite sullo stile informale di questo Papa, dalla storiella della merendina rifilata alla guardia svizzera al “Il carnevale è finito” diretto a monsignor Guido Marini, il cerimoniere papale.

COME SI VESTE- Carnevale o meno, è vero un fatto: alla Loggia delle Benedizioni Bergoglio si è affacciato senza la mozzetta rossa bordata d'ermellino (per la gioia degli animalisti, che avevano fatto pure un sit-in davanti alla sede di Gammarelli, da secoli sarto dei Papi), e senza lo stolone che si è messo soltanto per la benedizione finale. Ha indossato la mantellina soltanto per la Messa d'inizio pontificato, ma per il resto si presenta con la talare bianca tipica del Pontefice. Niente scarpe rosse, che costarono infiniti malignamenti al povero predecessore Benedetto XVI: Francesco si è tenuto le sue scarpe nere che portava pure a Buenos Aires e niente lascia prevedere cambiamenti in vista. Il povero artigiano novarese Adriano Stefanelli (povero per modo di dire, visto che ha preparato scarpe per i potenti della terra ed è rinomato in tutto il mondo per la sua bravura) per questa volta non dovrà consegnare calzature in Vaticano. Almeno per adesso. A Joseph Ratzinger, invece, fu imbastita una graticola mediatica per quelle scarpe rosse a memoria del martirio di Pietro: sono di Prada, no non sono di Prada ma sono di lusso; no, sono di Stefanelli. Vabbé. Peraltro Francesco, il giorno dopo l'elezione, ha chiarito ai collaboratori: prima si va in Santa Maria Maggiore a salutare la Madonna, poi si va dal sarto per le misure dei miei abiti papali. Altro elemento: il Papa ha rinunciato alla croce dorata che gli spettava e ha tenuto quella in modesto ferro che ha sempre portato dal 1992, quando divenne arcivescovo. Pare che nei primi giorni, nelle prime riunioni coi cardinali dopo l'elezione, qualche eminenza si sia presentata munita di croce pettorale in ferro anziché dorata. Niente Anello del Pescatore in oro, ma solo argento dorato per Francesco. Se queste sono le premesse, vedremo che cosa succederà in seguito anche nel clero.

(Segue: Il nuovo Papa non usa il "noi", già abolito da Giovanni Paolo I. Ma si infervora, anche se non come Wojtyla. E pazienza se qualche sedicente "tradizionalista" lo ritiene un falso profeta...)

Tags:
francescoratzingerwojtylastyle
in evidenza
Sharon Stone: "Ho perso nove figli per aborti spontanei"

Rivelazione choc

Sharon Stone: "Ho perso nove figli per aborti spontanei"

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, mostra conclusiva di ‘Restituzioni’ a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, mostra conclusiva di ‘Restituzioni’ a Napoli





casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista Goodwood Festival of Speed 2022

Alfa Romeo protagonista Goodwood Festival of Speed 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.