A- A+
Cronache
I lidi pugliesi vietano parmigiana e pasta al forno. Ecco cosa dice la legge
Ragazze in spiaggia a Gallipoli

Puglia, dopo il caro-vacanze il divieto del cibo in spiaggia. Ecco cosa sta succedendo e soprattutto cosa dice la legge

Nell'estate del caro-vacanze in Puglia spunta una nuova grana per i vacanzieri che hanno scelto di trascorrere le loro ferie in quella Regione. Diversi lidi hanno deciso infatti di vietare il pranzo al sacco in spiaggia, una scelta che sta facendo molto discutere. Parmigiana da condividere, pasta al forno e timballi, insalate di riso e frittate. Sembrano lontani - si legge su gamberorosso.it - i tempi dei pranzi al sacco dell’estate italiana. L'ultima novità riguarda i lidi pugliesi, che vogliono vietare il pasto casalingo, così da obbligare i bagnanti a consumare nei chioschi e punti ristoro dello stabilimento. L’obiettivo è molto chiaro, e altrettanto discutibile, curiosa è invece la motivazione usata per giustificare la scelta: sembrerebbe che le borse frigo e tutti gli accessori a corredo siano troppo vistosi e ingombranti per le spiagge.

A parlare è Michele Colella, direttore del Lido Calarena a Mola: "I frigoriferi rigidi - spiega - non li consentiamo per le riunioni di gruppo. Se capita che qualcuno ce l’ha, lo preghiamo di lasciarlo in direzione". Niente tavolate, "però se uno si porta il cibo porzionato, la piccola borsa frigo o la bibita chiudiamo un occhio". Gli fa eco - prosegue il gamberorosso.it - Resi Tassiello del Maredentro di Bari, "vetro e lattine da noi non entrano, e nemmeno le teglie. Ma questo mi sembra scontato e non stiamo neanche a sottolinearlo o tanto meno facciamo i controlli. Contiamo sul pubblico educato che frequenta la nostra struttura”.

Leggi anche: Cristina Seymandi: "Segre aveva programmato tutto. Ha fatto sparire l'anello"

Leggi anche: Poveri vs ricchi in spiaggia, tra crudi di pesce e divieto di schiscetta

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cronache puglialidi pugliesi
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.