A- A+
Cronache
Giulia Tramontano, il legale di Impagnatiello rinuncia al mandato
Alessandro Impagnatiello

Il difensore di Impagnatiello rinuncia al mandato

Sebastiano Sartori, il difensore di Alessandro Impagnatiello, il trentenne che ha assassinato la compagna Giulia Tramontano, incinta di sette mesi, ha rinunciato al mandato. Il legale ha da poco depositato l'atto di rinuncia in Procura a Milano spiegando che "è stata una questione fra me e il mio assistito" senza aggiungere altro. 

Impagnatiello ha detto dove si trova il coltello usato per l'omicidio 

Prima di rinunciare al mandato, l'avvocato Sebastiano Sartori ha riferito che Impagnatiello ha ribadito nel carcere di San Vittore di aver fatto tutto da solo. Una delle cose che devono accertare gli investigatori è se sia stato aiutato a nascondere il corpo. "Lui lo esclude - ha detto Sartori alla Rai -. I dubbi degli investigatori, dovete chiederli a loro". Il coltello usato per uccidere Giulia "non l'ha buttato. Ha detto specificatamente dove sia" ha aggiunto il legale.

Il coltello usato da Impagnatiello è ancora in casa 

Nell'udienza di convalida davanti al gip Alessandro Impagnatiello ha detto dove ha nascosto il coltello con cui ha ucciso la compagna Giulia Tramontano, incinta di 7 mesi. L'arma, secondo quanto appreso da fonti vicine all'inchiesta, non l'avrebbe gettata via, ma si troverebbe ancora nella cucina dell'appartamento della coppia di via Novella a Senago. Nell'abitazione domani entreranno nuovamente le tute bianche della Sis del nucleo investigativo dei carabinieri di Milano per ulteriori rilievi tecnici. 

Il legale dei genitori di Giulia: "Hanno subito temuto il peggio"

"La famiglia di Giulia fin da subito ha temuto questo tragico epilogo in quanto era difficile pensare che la loro figlia in attesa di un bimbo, nonostante il naufragio della relazione sentimentale, si fosse volontariamente allontanata da casa". Lo ha spiegato all'Ansa Giovanni Cacciapuoti, l'avvocato del Foro di Napoli Nord nominato dai genitori di Giulia per gli accertamenti irripetibili disposti, ossia i rilievi scientifici di domani nella casa dove la giovane è stata uccisa da Alessandro Impagnatiello e l'autopsia di venerdì. Il legale ha spiegato che non hanno nominato alcun consulente di parte, "ci affidiamo a quelli del pm". 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
alessandro impagnatiellogiulia tramontanoomicidio senago
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in rete

Politica

Affari in rete


in vetrina
Nutella, il gelato è stato già richiamato: c'è un problema con gli allergeni

Nutella, il gelato è stato già richiamato: c'è un problema con gli allergeni





motori
Alpine apre il primo atelier Alpine a Barcellona

Alpine apre il primo atelier Alpine a Barcellona

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.