A- A+
Cronache

La nave mercantile Jolly Nero la sera del 7 maggio scorso, quando impattò contro la torre piloti causandone la distruzione e provocando la morte di nove persone, era "lanciata" ad una velocità eccessiva.

L'imbarcazione andava "oltre 3,4 nodi, velocità inadeguata alle capacità evolutive della nave ed all'ampiezza dell'area di manovra e del tutto inidonea a consentire sia l'evoluzione in sicurezza sia l'effettuazione di manovre di emergenza per compensare eventuali avarie o problemi, con violazione dell'articolo 66 del regolamento di sicurezza e dei servizi marittimi del porto di Genova". Cosi' scrive il pm Walter Cotugno, titolare dell'indagine sulla tragedia di Molo Giano.




 

Tags:
navegenocaincidentevelocità
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.