A- A+
Cronache

di Antonino D'Anna

papa wojtyla beatificazione

Karol Wojtyla santo entro l'anno? I polacchi ci credono. Secondo l'Ansa, sarebbe stato il Papa in persona a dare rassicurazioni all'arcivescovo di Cracovia ed ex segretario particolare di Karol Wojtyla, Stanislao Dziwisz, sulla canonizzazione eventuale del papa polacco entro il 20 ottobre. A dire il vero già nell'ultimo concistoro tenuto da Benedetto XVI, l'11 febbraio scorso, si era parlato del 16 ottobre, 35mo anniversario dell'elezione di Giovanni Paolo II; ma la notizia resta ancora avvolta da un alone di attesa. Perché, secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, la “fabbrica dei santi”, ossia la Congregazione per le Cause dei Santi guidata dal cardinale Angelo Amato, avrebbe svolto accurate indagini alla ricerca del miracolo utile per portare Wojtyla definitivamente alla gloria degli altari e perché, come abbiamo scritto già un anno fa, il Papa dimissionario avrebbe chiesto di rallentare sul “Santo subito”, chiedendo alla Congregazione un passo più misurato.

I RITARDI- In effetti, c'è anche un problema. Malgrado l'attenzione e gli studi su uno dei più famosi (e importanti) candidati alla santità, la “fabbrica dei Santi” si è trovata a dover rallentare e poi sospendere i lavori a causa del Conclave. Che, breve per quanto si voglia, ha comunque comportato del ritardo. Oltre a questo, usciamo dallo spoils system vaticano: ad ogni morte (o dimissione) di Papa, infatti, tutti i responsabili delle Congregazioni (i “ministeri” vaticani, insieme al Segretario di Stato che è l'equivalente del nostro presidente del Consiglio) decadono dalle loro funzioni e spetta al nuovo pontefice provvedere alla conferma o all'eventuale nomina di nuovi responsabili dei dicasteri in quel di Oltretevere. E si parla di nuove nomine dopo la Pasqua, quando Francesco avrà tempo e modo per procedere a eventuali conferme e sostituzioni.

TANTI MIRACOLI- Il problema, nella causa di Wojtyla, è l'alto numero di presunte grazie e miracoli segnalate alla congregazione. Un tema sul quale, nei mesi scorsi, si era dilungato il cardinale Giovanni Battista Re, prefetto emerito della Congregazione per i Vescovi, che aveva parlato della canonizzazione di Giovanni Paolo II nel tardo 2013 o nel 2014, e questo proprio perché non mancavano le segnalazioni. Re aveva anche precisato che i miracoli erano stati scremati e se ne stavano analizzando quattro o cinque, il che implica un tempo abbastanza lungo. A questo si aggiunga che proprio nel concistoro dell'11 febbraio scorso Joseph Ratzinger non ha voluto dare il suo consenso alla beatificazione di Wojtyla, e questo per ragioni procedurali e di opportunità. Questo vuol dire che i lavori della Congregazione potrebbero essere finiti o quasi finiti. Resta inteso, però, che il nuovo Papa è nel pieno dei poteri e può decidere tutto: se davvero ci sarà la volontà di canonizzare Giovanni Paolo II il 20 ottobre prossimo, questo accadrà. Peraltro Wojtyla è legato a Jorge Mario Bergoglio da un miracolo avvenuto su una donna argentina negli anni '80, di cui il nostro giornale ha già parlato.

LA MAMMA GUARITA- E le testimonianze continuano. Ecco, da karol-wojtyla.org, quanto scrive Ilaria lo scorso febbraio: “In giugno 2011 è stato diagnosticato a mia mamma di 73 anni un tumore al polmone a piccole cellule, che fu trattato con radio e chemioterapia. poco dopo l'inizio delle cure mamma ci disse un pomeriggio "ho visto il papa", mia sorella le chiese se l'avesse sognato. Lei disse di no, l'aveva visto qualche istante sorridente accanto a lei, con il volto già sofferente e ci fece vedere su internet la foto di come l'aveva visto... Dopo 5 mesi dall'inizio delle cure, in novembre 2011 era in completa remissione, il tumore era somparso del tutto (abbastanza raro, nel 20 per cento dei casi, ma in generale vi sono rticadute spesso fatali dopo qualche mese...) ha avuto poi tanti altri problemi - frattura delle due anche, complicazioni postoperatorie, osteonecrosi a causa della chemioterapia - e dispiaceri...ma è tuttora in remissione, da 15 mesi e l'oncologo stesso dice che è un caso rarissimo per la durata, lui non ne ha mai incontrati di simili ed esercita dal 1977. Sue parole "E un miracolo" lo penso anch'io e credo nell'intercessione del beato Giovanni Paolo II a cui mamma vuole tanto bene...lo preghiamo ogni giorno, che sia santo al più presto. Grazie papa Woityla, continua a vegliare sulla nostra carissima mamma...”. Santo subito? Vedremo. Ma nei cuori di tanti è già santo. E la canonizzazione, peraltro, non è che il riconoscimento della (giusta) fama di santità da parte della Chiesa.

Tags:
papawojtylagiovanni paolo iifrancescobergoglioratzinger
in evidenza
House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

Lady Gaga guida un cast stellare

House of Gucci, guarda il trailer
Jared Leto irriconoscibile. FOTO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.