A- A+
Cronache
Mafia: estorsioni, droga, voto di scambio. 33 arresti in un clan a Messina

Mafia, estorsioni e droga a Messina. Sono 33 gli arresti eseguiti nella notte da carabinieri, Guardia di finanza e polizia di Stato nell'ambito dell'operazione "Provinciale". L'ordinanza di custodia cautelare e' stata emessa dal gip su richiesta della procura per i reati di associazione di tipo mafioso, estorsione, trasferimento fraudolento di valori, sequestro di persona, scambio elettorale politico-mafioso, lesioni aggravate, detenzione e porto illegale di armi, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, con l'aggravante del metodo mafioso.

Documentati gli affari dei gruppi mafiosi attivi nella zona centro della citta' dello Stretto, nel settore delle estorsioni ai danni di esercizi commerciali, del traffico di stupefacenti e del controllo di attivita' economiche nel campo della ristorazione, del gioco e delle scommesse su eventi sportivi. 

In particolare, le indagini dei carabinieri di Messina hanno riguardato la cosca Giovanni Lo Duca, attiva, fra l'altro, nelle estorsioni e nel traffico di sostanze stupefacenti e hanno portato al sequestro di un bar utilizzato come base logistica. Le indagini della Guardia di finanza hanno interessato il gruppo criminale capeggiato da Salvatore Sparacio, nel rione Fondo Pugliatti, registrando il controllo di attivita' economiche e portando al sequestro di una impresa del settore del gioco e delle scommesse.

Le attivita' investigative della questura hanno infine fatto luce sul clan guidato da Giovanni De Luca, nel rione di Maregrosso per il controllo della sicurezza ai locali notturni e nel traffico di sostanze stupefacenti, gruppo gia' oggetto dell'indagine "Flower" conclusa nell'ottobre 2019. L'operazione e' dunque il risultato di autonome e convergenti indagini del Nucleo Investigativo del Comando provinciale carabinieri di Messina, del Gico del Comando provinciale della Guardia di finanza di Messina e della Squadra mobile di Messina.

Lo Duca era già stato in carcere per 13 anni, alcuni dei quali al 41 bis, e appena scarcerato e' tornato alla guida del clan. Le indagini, avviate dopo la scarcerazione di Lo Duca, hanno accertato che il capomafia aveva riassunto le redini dell'organizzazione ed era riconosciuto come punto di riferimento criminale sul territorio, intervenendo "autorevolmente" nella risoluzione di controversie fra esponenti della criminalita'. Dopo quasi due anni di intercettazioni e servizi di osservazione, i carabinieri hanno documentato come il suo clan, attraverso il sistematico ricorso alle minacce e alla violenza, con pestaggi e spedizioni punitive, era riuscito ad affermare il pieno potere e a controllare le attivita' economiche della zona.

Base operativa era il bar "Pino" gestito da Anna Lo Duca, sorella del capomafia che trascorreva le sue giornate nel locale e li' incontrava gli altri esponenti mafiosi per pianificare estorsioni e scommesse sportive anche per conto di un allibratore straniero. Il bar e' stato sequestrato. Il boss gestiva le "vertenze" sul territorio (una donna si era rivolta a lui per far rilasciare figlio minorenne che era stato trattenuto contro la sua volonta' da un pregiudicato che lo voleva punire per gli insulti postati su Facebook). Lo Duca sarebbe intervenuto ottenendo la liberazione del ragazzo. 

(Segue: in manette anche candidato alle Comunali per il sostegno dai boss mafiosi)

Commenti
    Tags:
    mafiaarresti a messina clan messinesi33 arresti messina mafia
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Torna il Signore degli anelli Stavolta sarà una serie su Amazon

    Spettacoli

    Torna il Signore degli anelli
    Stavolta sarà una serie su Amazon

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, ancora maltempo sull'Italia: in arrivo piogge, freddo e temporali

    Meteo, ancora maltempo sull'Italia: in arrivo piogge, freddo e temporali





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Mercedes EQB, il suv elettrico in formato famiglia

    Nuova Mercedes EQB, il suv elettrico in formato famiglia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.