A- A+
Cronache
"Monitorate il natante senza uscire". Strage migranti, documento del Viminale

Strage migranti, la norma che svela tutto. Il documento ufficiale

Continua a far discutere la strage di migranti avvenuta sulle coste crotonesi di Steccato di Cutro, costata la vita a 79 persone, tra cui anche 30 tra bambini e ragazzini. Polemiche dall'opposizione per il mancato omaggio alle vittime da parte della premier Meloni dopo il Cdm in Calabria. Spunta il documento del Viminale che indica le regole d'ingaggio per la Guardia costiera. I mezzi in pattugliamento - si legge su Repubblica - devono limitarsi ad assicurare il monitoraggio (possibilmente in forma occulta) dei movimenti del natante stesso". Questo il testo ufficiale a cui faceva riferimento il comandante della Capitaneria di Crotone Vittorio Aloi per giustificare il mancato intervento dei mezzi della Guardia costiera in soccorso del barcone naufragato sulla secca. Sono in un documento dal titolo "Accordo tecnico-operativo per gli interventi connessi con il fenomeno dell’immigrazione clandestina via mare".

Il documento, firmato il 14 settembre 2005 da Giuseppe Pisanu (governo Berlusconi) e tuttora in vigore, non è stato mai di fatto applicato, come confermato dal ruolo della Guardia costiera che, fino al 2018, considerava evento Sar qualsiasi imbarcazione di migranti, operando salvataggi in piena autonomia. Ed è infatti con la direttiva del marzo 2019 che Matteo Salvini, allora al Viminale, chiede ai vertici delle forze dell’ordine - prosegue Repubblica - di "attenersi scrupolosamente alle indicazioni operative al fine di prevenire l’ingresso illegale di immigrati sul territorio nazionale". Ecco dunque che la notte tra il 25 e il 26 febbraio, le potenti motovedette della Guardia costiera di Crotone e Reggio Calabria rimasero in porto perché, di fronte alla segnalazione di Frontex di un natante in "buone condizioni di navigabilità", le regole d’ingaggio prevedono che debba scattare un’operazione di polizia e che i mezzi interessati (quelli della Finanza) "devono limitarsi ad assicurare il monitoraggio del natante".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
strage migranti
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO

Vota il sondaggio di Affari

Chiara Ferragni, Meloni o Bruzzone: chi è? Sono identiche... GUARDA LA FOTO


in vetrina
Affari in rete

Affari in rete





motori
Camille Cros nominata Direttrice della Comunicazione della Marca Renault

Camille Cros nominata Direttrice della Comunicazione della Marca Renault

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.