A- A+
Cronache
Naspi anche per i papà dimessi, pure senza preavviso, in periodo tutelato

I padri hanno diritto alla Naspi sia che fruiscano del congedo di paternità sia che si dimettano entro l'anno di nascita del figlio, senza preavviso

L’INPS, con la circolare 32/2023 dello scorso 20 marzo, ha riconosciuto che hanno diritto ad accedere alla Naspi i padri che fruiscono del congedo di paternità e si dimettono volontariamente entro l'anno di nascita del figlio, precisando che non sono tenuti al preavviso.

Esteso ai padri il divieto di licenziamento già esistente per le madri

Inoltre, è stato esteso anche ai padri il divieto di licenziamento, già esistente per le madri, durante la fruizione del congedo obbligatorio e alternativo fino al compimento di un anno di età del figlio.

Quindi, qualora un padre abbia fruito di uno dei due congedi, obbligatorio e/o facoltativo, e si dimetta durante il divieto di licenziamento, ha diritto alla Naspi, sempre che ricorrano gli altri requisiti di legge.

Se l'accesso alla Naspi era stato negato, i padri possono presentare domanda di riesame all'Inps

L’Inps precisa che i lavoratori padri che si trovino in queste condizioni e hanno ricevuto un diniego di accesso alla Naspi dall'Inps, potranno presentare la domanda di riesame alla stessa INPS.

È opportuno ricordare che, a seguito delle modifiche apportate dal D.Lgs. 105/2022 al testo unico sulla maternità (D.Lgs. 151/2001), è stato introdotto il congedo di paternità obbligatorio di 10 giorni (20 in caso di parto plurimo), da utilizzare anche in via non continuativa ma non frazionabili ad ore, da fruire dai due mesi precedenti la data presunta del parto ed entro i cinque mesi successivi.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
congedo di paternitàdimissionidirittinaspipapà
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)

Affari va in rete

Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)


in vetrina
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO

La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO





motori
Nuovi incentivi auto: opportunità per l'Italia e l'industria automotive

Nuovi incentivi auto: opportunità per l'Italia e l'industria automotive

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.