A- A+
Cronache

Gettano i cani nei tombini, poi tornano, li ripescano e si fanno pagare, passando per eroi. E' la nuova moda in campo di truffe che si sta diffondendo in tutta Europa a spese dei poveri animali. A darne notizia è www.geapress.org.

Una di queste truffe è stata sventata grazie a un filmato ripreso da una telecamera di videosorveglianza nella città serba di Kruševac. Nel video si vede chiaramente un ragazzo vestito in jeans e camicia a righe, che tenta una prima volta di gettare il cagnolino in un tombino, ma riesce solo al secondo tentativo.

 

Sempre Geapress ricorda che vicende di questo genere succedono anche nel nostro paese. Tempo addietro i Carabinieri rintracciarono una truffa on line che, partendo da una regione del nord est dell’Italia, diffondeva falsi annunci di cani recuperati con allegate richieste di raccolte fondi.

 


TRENTAMILA CANI MACELLATI OGNI GIORNO PER I RISTORANTI

Trentamila cani ogni giorno in Cina vengono uccisi crudelmente, senza nessuna pietà, per la loro carne o per la pelliccia in un giro d’affari che conta più di dieci milioni di euro all’anno. Uno scenario raccapricciante, un calvario che ha inizio in una piccola gabbia, che non lascia neanche la possibilità di accucciarsi o coricarsi, dove i poveri animali sono costretti ad assistere al destino barbaro dei propri simili. Tirato fuori dalla gabbia con delle pinze, un uomo picchia con un bastone un cane agitatissimo, sul muso, sul corpo e poi in testa per fargli perdere i sensi. 'Il migliore amico dell'uomo' cade a terra, il carnefice lo trascina per pochi metri e poi non perde tempo a prenderlo per il muso e con un coltello tagliargli con estrema fermezza la gola. Poi verrà spellato e in ultimo bollito. No, purtroppo non è un film horror: queste mostruosità accadano davvero in posti dove mangiare carne di cane “è particolarmente popolare” come, spiegano gli attivisti di Animal Equality, “nel Nord-Est del Cina, al confine con la Corea, e nelle regioni meridionali, come Guizhou, Guandong e Guangxi. L’unica zona dove è vietato il consumo di questo prodotto è Hong Kong, mentre al momento, in Cina, non sono presenti leggi nazionali a tutela degli animali”.

Cani grigliati 4Guarda la gallery
(Attenzione, potrebbero urtare la sensibilità)

 

Gli attivisti si sono infiltrati negli allevamenti e nei macelli di cani a Jiangmen e Zhanjiang, nella provincia meridionale cinese del Guangdong, per denunciare la mondo cosa succede in questi luoghi. La fotografia che ne esce fuori è al limite dell’inverosimile, l’uomo trasformato in bestia, il cane in vittima indifesa. “Si tratta di filmati mai visti prima – dicono gli animalisti - che rivelano gli orrori perpetrati ogni giorno a migliaia di cani per soddisfare la richiesta di carne in Cina”. Il video è stato diffuso integralmente sul sito 'Senzavoce.org' - creato per sostenere una petizione internazionale per fermare la crudeltà di questi macelli - dpve sono state pubblicate le foto scattate durante l’investigazione e il diario tenuto dagli attivisti giorno per giorno. Con questa indagine presentata, che sta facendo il giro del mondo, Animal Equality lancia una campagna internazionale, in collaborazione con organizzazioni cinesi per i diritti animali, per porre fine a questa atroce e disumana pratica del commercio di carne di cane.

 

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Egregio Direttore,

ho letto l'articolo sui cani macellati in Cina e sinceramente trovo molta difficoltà a giudicare negativamente quel popolo per le sue usanze culinarie. Non riesco a comprendere perchè si debba fare distinzioni fra i cani ed il pollo, di cui si intravedevano alcune zampe, il capretto, la pecora, il maiale, il cavallo per non parlare di tutte le specie di pesci di cui si nutre l'uomo. Ciò che posso condividere, invece, è che questi animali fino alla loro macellazione non siano soggetti a maltrattamenti. Il sentimento di orrore che voi avete manifestato , a mio parere, è frutto di una distorta visione della realtà e soprattutto di una distanza abissale con mondo della natura dove tutte le specie hanno pari dignità.

Cordiali saluti

Tags:
canimacellocina
in evidenza
Condizionatori, scegliere i migliori Tutti i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari

Condizionatori, scegliere i migliori
Tutti i consigli per risparmiare

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Baulificio Italiano: aperto primo monomarca a Milano

Scatti d'Affari
Baulificio Italiano: aperto primo monomarca a Milano





casa, immobiliare
motori
I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022

I SUV Jeep® 4xe si confermano leader di vendite nel primo semestre 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.