A- A+
Cronache
Pescara, si dà fuoco in auto con la figlia sotto gli occhi della moglie

Drammatico omicidio-suicidio a Pescara, dove padre e figlia sono morti in via Lago di Chiusi carbonizzati all'interno di un auto. In base alle prime indiscrezioni l'uomo avrebbe dato fuoco a se' stesso e alla bimba davanti agli occhi della madre. I due sarebbero in fase di separazione. Sul posto oltre ai vigili del fuoco la squadra mobile di Pescara e la squadra volante dirette rispettivamente da Pierfrancesco Muriana e Alessandro Di Blasio. 

L'auto è una Peugeot al cui interno si trovano ancora i corpi carbonizzati di padre e figlia, pescaresi, lui di 48 anni e lei di cinque. E' riuscita a salvarsi la madre della piccola, una donna di 44 anni. Questi i fatti, ricostruiti dal questore Paolo Passamonti. Nel pomeriggio i due, ex conviventi ora separati, si sono incontrati in via Lago di Chiusi con la bimba. Lui si e' gettato della benzina addosso e ha appiccato il fuoco mentre erano tutti e tre in auto. La donna e' riuscita a fuggire dall'abitacolo ma non e' riuscita a strappare via la bimba che il papa' ha tenuto stretta a se'. Sono morti cosi', avvolti dalle fiamme. La donna e' finita in ospedale, dove la tengono sedata. Ha le mani ustionate. Sul posto sono rimasti i suoi abiti. Tra i due c'erano problemi e lo dimostra la denuncia per maltrattamenti presentata il 13 aprile dalla donna nei confronti del suo ex, descritto come un uomo violento. Sul posto il pm Andrea Papalia.

Tags:
pescarafuocoautofiglia
Loading...

i più visti




casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.