A- A+
Cronache
Pilota impazzito uccide i passeggeri, 33 morti in aereo

Il pilota dell'aereo di linea mozambicano precipitato in Namibia alla fine di novembre (33 morti) si sarebbe schiantato al suolo volontariamente. La scatola nera rivelerebbe "una chiara intenzione" suicida del comandante Herminio dos Santos Fernandes. Non chiare, tuttavia, le ragioni dell'ipotetico raptus. Finora si era parlato di maltempo fra le possibili cause, oltre che di scarsa sicurezza delle linee del Mozambico, bandite dallo spazio aereo Ue.

I resti dell'aereo Embraer 190 della compagnia di bandiera mozambicana Lam, erano stati ritrovati nel nord-est della Namibia. Non e' stato ritrovato in vita nessuno dei 33 passeggeri a bordo. Secondo una nota diffusa dalla compagnia aerea mozambicana LAM a bordo c'erano 10 mozambicani, 9 angolani, 5 portoghesi, 1 francese, 1 brasiliano e un cinese. Il velivolo, partito dalla Mozambico e diretto in Angola, e' stato ritrovato in una tenuta di caccia nel Bwabwata National Park, nel nord-est della Namibia. Nei resti della fusoliera, completamente bruciata, i resti dei 33 tra passeggeri ed equipaggio.

Tags:
aereonamibia
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
CUPRA e De Antonio Yachts svelano il nuovo D28 Formentor e-HYBRID

CUPRA e De Antonio Yachts svelano il nuovo D28 Formentor e-HYBRID


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.