A- A+
Cronache
Plasma, De Donno: “Sperimentazione? La politica vuole ammutolire la scienza”

Coronavirus, De Donno: plasma, studio andava affidata a Pavia

"Perché Pisa? Non lo so, sono sconcertato da questa decisione, nonostante il fatto che stamattina legendo la stampa il presidente Rossi abbia minacciato di querelarmi, la politica che vuole ammutolire la scienza. Secondo me qualsiasi città lombarda andava bene. E non venitemi a dire che la Toscana si è organizzata meglio della Lombardia, perché qui parliamo di scienza. Era Pavia che doveva diventare principal investigator". Lo ha detto in audizione davanti alla commissione Igiene e Sanità del Senato Giuseppe DeDonno, Direttore della struttura complessa di pneumologia e unità di terapia intensiva respiratoria Ospedale Carlo Poma di Mantova. "Non mi vengano a dire che ci sono motivi scientifici, perché così non può essere", ha detto De Donno.

Coronavirus, De Donno: "Accanimento contro plasma ma funziona"

"La cosa che mi meraviglia è questo iniziale accanimento contro l'utilizzo del plasma iperimmune da parte di molti scienziati, che hanno detto delle baggianate tra le più grandi che uno scienziato possa mai sentire". ha affermato il direttore della struttura complessa di pneumologia e unità di terapia intensiva respiratoria dell'Ospedale Poma di Mantova nel corso di un'audizione informale davanti alla Commissione Igiene e Sanità del Senato sui profili sanitari della cosiddetta Fase 2 (strategie anti e post Covid-19). De Donno, difendendo a spada tratta l'utilizzo del plasma contro il Covid-19, ha poi aggiunto: "E' stato detto che il plasma è costoso. Ma come fa ad essere costosa una cosa che viene donata con grande generosità? E per quanto riguarda la disponibilità, posso dire che con una dose di plasma del donatore riusciamo a trattare due pazienti. Ogni donatore può, quindi, far guarire due pazienti. Il problema della disponibilità del plasma è pertanto del tutto secondario se lavoriamo da subito sui pazienti guariti". De Donno ha poi osservato: "Ho sentito in questi giorni tante cose che non vanno bene.

La scienza si è divisa sulla terapia al plasma. È stato detto che noi abbiamo utilizzato una metodica che non aveva alle spalle uno studio randomizzato e controllato. Ma è ovvio: questo è il primo studio al mondo di questo tipo, è registrato dal 26 marzo e quella registrazione è marmo scolpito. Noi siamo stati capofila. Chiunque potrà dire la sua, ma sarà sempre secondario a quello che hanno fatto Mantova e Pavia. In piena guerra - ha concluso De Donno - non c'è il tempo di costruire uno studio controllato e randomizzato. Abbiamo dovuto agire in guerra, con gli occhi pieni di morti, e avevamo bisogno di utilizzare un'arma rapida ed efficace". 

Loading...
Commenti
    Tags:
    plasmade donno
    Loading...
    in evidenza
    Clicca qui e manda il tuo meme a mandalatuafoto@affaritaliani.it
    Fase 2, gli sconfitti sono i cani Nostalgia delle uscite in lockdown

    Coronavirus vissuto con ironia

    Fase 2, gli sconfitti sono i cani
    Nostalgia delle uscite in lockdown

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, estate lontana! Sferzata dal Polo Nord con piogge, temporali e fresco

    Meteo, estate lontana! Sferzata dal Polo Nord con piogge, temporali e fresco


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    BMW X2 XDrive 25e, la prima compatta con trazione ibrida

    BMW X2 XDrive 25e, la prima compatta con trazione ibrida


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.