A- A+
Cronache
Stamina, tutte le accuse dei pm. "Le infermiere? Erano attrici"

"Non conosco nulla del metodo Stamina", "Non ho rilevato nessun miglioramento concreto nei pazienti", "Un metodo sperimentale senza fondamento scientifico" e ancora "Mi vergogno della mia leggerezza" e "Mi sono lasciato ingannare dalla parola "compassionevole"": sono tutte dichiarazioni rese da medici "pentiti", circa una ventina, che hanno firmato certificazioni per pazienti trattati con il metodo Stamina che si rivolgevano ai vari tribunali del lavoro in Italia per ottenere l'accesso o il proseguimento delle cure. Le loro dichiarazioni sono contenute nell'atto di chiusura indagini della procura di Torino.

Come organizzatrice e partecipe dell'associazione a delinquere e' coinvolta anche Erica Molino, biologa (non iscritta all'albo) con rapporto di lavoro con la Stamina Foundation, che avrebbe effettuato l'attivita' di manipolazione ed espansione del materiale biologico umano per l'estrazione di cellule staminali a San Marino, all'Ircss Burlo Garofalo di Trieste e agli Spedali Civili di Brescia. A lei, Guariniello contesta che, "pur essendo la depositaria privilegiata e insostituibile del protocollo relativo al cosiddetto metodo Stamina, non assicurava il sistema di tracciabilita' del paziente e della filiera cellulare" e "allontanava il personale presente durante la preparazione del prodotto da infondere al paziente con la motivazione di dover aggiungere alle cellule una sostanza "segreta"", per poi consegnare per le infusioni ai pazienti "materiale biologico di cui essa stessa ignorava la composizione finale". Indagati anche i biologi russi e ucraini Klimenko Vyacheslav e Olena Scheghelska.

Nell'inchiesta sono coinvolti anche un dirigente dell'Ires Piemonte, Marcello La Rosa; il medico Leonardo Scarzella, specialista in neurologia e operante all'ospedale Valdese di Torino; Luigi Bistagnino, architetto, presidente del corso di laurea in disegno industriale al Politecnico di Torino; Roberto Ferro, presidente, amministratore delegato del consiglio di amministrazione e direttore amministrativo del Poliambulatorio Lisa di Carmagnola (To), dove prenotava e accoglieva i pazienti che volevano sottoporsi al metodo Stamina; nello stesso laboratorio hanno operato(e sono indagati) Luciano Fungi, medico chirurgo, specialista in anestesia e rianimazione, e Andrea Losana, specialista in ortopedia. Organizzatore e partecipe dell'associazione, secondo la procura di Torino, anche Mauro Delendi, direttore generale, fino al 2010, dell'Ircss Burlo Garofolo di Trieste. Per quanto riguarda gli Spedali Civili di Brescia sono coinvolti, oltre alla direttrice sanitaria Ermanna Derelli, anche Fulvio Porta, direttore della struttura Complessa Unita' operativa oncologia pediatrica e trapianto di midollo osseo pediatrico e coordinatore locale del progetto terapeutico con cellule staminali; e Carmen Terraroli, membro e responsabile della segreteria scientifica del Comitato Etico della struttura; Arnalda Lanfranchi, dirigente biologo responsabile di funzione della Sezione Specializzata laboratorio cellule staminali del presidio pediatrico degli Spedali; Gabriele Tomasoni, direttore della struttura complessa Unita' operativa anestesia e rianimazione.

Vannoni, accuse infondate, ho le carte per dimostrarlo - "Mi aspettavo queste accuse, che sono totalmente infondate. Ho le carte per dimostrarlo, e conto di difendermi al Gip o al processo". Cosi' Davide Vannoni, presidente di Stamina foundation, interpellato dall'AGI dopo la chiusura indagini a Torino. "Come fa il giudice a parlare dei pazienti - si chiede Vanoni - se non hanno le valutazioni dei medici che abbiamo noi? Mi ha stupito trovare tutto pubblicato prima di ricevere io le carte che mi accusano, fa anche questo parte di una battaglia anche politica che condurremo". Una stoccata anche per il ministro della Salute Beatrice Lorenzin: "Mi sorprende che lei che difendeva Berlusconi e faceva la garantista oggi si scopra giustizialista. Se siamo in questa situazione di mancanza di chiarezza e' anche colpa sua che in un anno e mezzo non ha fatto partire la sperimentazione". In ogni caso, tiene a sottolineare Vannoni, "non accetto le accuse di aver danneggiato i pazienti. Noi sappiamo bene cosa iniettiamo, e lo dimostreremo".

Tags:
staminainfermiere
in evidenza
Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

Politica

Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.