A- A+
Cronache
Stamina, Vannoni rinviato a giudizio. "Tentata truffa al Piemonte"

Davide Vannoni e' stato rinviato a giudizio per tentata truffa ai danni della Regione Piemonte. Lo ha deciso il gup di Torino, Luca Del Colle. Il processo iniziera' il 3 aprile.

Vannoni assente ad apertura udienza a Torino - Assente al Palagiustizia di Torino Davide Vannoni, il guru di Stamina, per l'apertura dell'udienza preliminare che lo vede indagato per tentata truffa ai danni della Regione Piemonte. Per lui, il pm Giancarlo Avenati Bassi chiedera' il rinvio a giudizio. L'avvocato di Vannoni, Roberto Piacentino, ha detto che non chiederanno ne' patteggiamenti ne' riti abbreviati. "Sosterremo che non e' una truffa, e Vannoni non e' venuto - ha detto il legale - perche' si tratta di un'udienza di carattere procedurale in cui non e' strettamente necessaria la sua presenza".

Tags:
staminavannoni
in evidenza
House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

Lady Gaga guida un cast stellare

House of Gucci, guarda il trailer
Jared Leto irriconoscibile. FOTO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.