A- A+
Cronache
Strage a scuola, 14enne fa almeno 9 morti. Poi confessa: "Tutto pianificato"
strage Serbia

Sparatoria in una scuola di Belgrado: 14enne uccide otto ragazzi e una guardia

Terribile sparatoria a Belgrado, dove un allievo quattordicenne stamane ha aperto il fuoco all'interno di una scuola primaria uccidendo otto compagni di scuola e un guardiano dell'istituto. Altri sei ragazzi e una insegnante sono rimasti feriti.

La sparatoria, riferiscono i media serbi, è avvenuta verso le 8.40 nell'istituto scolastico Vladislav Ribnikar, nel quartiere centrale Vracar della capitale. Il ragazzo si chiama Kosta Kecmanovic è allievo al settimo anno della scuola primaria ed ha aperto il fuoco con una pistola calibro 9 appartenente a suo padre, così come l'altra arma di piccolo calibro che il ragazzo aveva con sé, le avrebbe prelevate entrambe dall'abitazione paterna. Il quattordicenne russo aveva con sé anche quattro bottiglie molotov

LEGGI ANCHE: Brutale omicidio in Calabria: donna uccisa a colpi di kalashnikov

L'attacco a colpi di pistola, ha aggiunto la polizia serba, era stato pianificato con un mese di anticipo: il ragazzo aveva un elenco "dettagliato" di bambini da prender di mira e aveva pianficato accuratamente in quali classi sarebbe entrato prima. Il portavoce della polizia ha dichiarato che l'aggressore potrebbe aver scelto un'aula particolare perché era vicino all'ingresso.

Le armi, insieme al disegno ritrovato raffigurante "i bambini da colpire" sono stati sequestrati all'atto dell'arresto del ragazzo. Contestualmente la polizia di Belgrado ha arrestato il padre del "baby attentatore" e in seguito anche la madre. Secondo quanto dichiarato dal capo della polizia, Veselin Milic, il ragazzo non avrebbe ancora confessato le ragioni del gesto inconsulto, ma è stato già stabilito che non potrà essere perseguito legalmente per via della giovanissima età

GUARDA IL VIDEO: 

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.