A- A+
Cronache
alcolici

Il Consiglio federale svizzero ha deciso di vietare la vendita di bevande alcoliche in Svizzera dalle 22 alle 6 del mattino. Una misura, questa, contenuta nella revisione della Legge sull’alcol attualmente al vaglio del Parlamento. La Commissione dell’economia e dei tributi del Consiglio degli Stati ha approvato la proposta.

La commissione non vieterà invece gli “happy hour”. Dopo la decisione del plenum del 20 marzo è vietata la vendita di bevande alcoliche tra le 22 e le 6. Si tratta di una misura che limita fortemente la possibilità per i giovani di procurarsi alcolici. Ci sono però delle polemiche: secondo una parte del governo la decisione è eccessivamente restrittiva e comunque non impedisce ai giovani di procurarsi bevande alcoliche prima delle 22.00, per poi consumarle nella notte.

Tags:
svizzeraalcoldivieto
in evidenza
Condizionatori, scegliere i migliori Tutti i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari

Condizionatori, scegliere i migliori
Tutti i consigli per risparmiare

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo: torna l’entrata gratuita nei musei della Banca

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo: torna l’entrata gratuita nei musei della Banca





casa, immobiliare
motori
Honda Civic e:HEV: l’ibrida in chiave sportiva

Honda Civic e:HEV: l’ibrida in chiave sportiva


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.