A- A+
Cronache

Affrontando il progetto legislativo che istituisce l'autorità parentale congiunta, il Consiglio degli Stati ha ribadito che un genitore che ha perso l'autorità parentale in seguito a un divorzio debba avere cinque anni di tempo per poter chiedere di recuperarla. Due settimane fa, ricorda Ticino News, il Nazionale aveva deciso che la revisione del Codice civile deve avere effetto retroattivo illimitato. 

Affermando di voler mantenere l'effetto retroattivo a 5 anni dall'entrata in vigore delle nuove norme, la Camera dei cantoni ha però precisato che la richiesta andrà inoltrata a un tribunale, e non all'autorità di protezione dei minori come proposto dal governo e approvato dai "senatori" in prima lettura.

Il Consiglio degli Stati ha mantenuto anche altre due divergenze con il Nazionale su questo progetto. Ha così voluto mantenere la possibilità offerta ai genitori di chiedere la consulenza dell'autorità di protezione dei minori prima di chiedere l'autorità parentale congiunta. I "senatori" hanno anche voluto mantene la possibilità di sentire i figli in merito alle questioni finanziarie legate al loro mantenimento. "Le convenzioni internazionali prevedono che i bambini siano sentiti su tutti i punti importanti", ha ricordato Anne Seydoux-Christe (PPD/JU) a nome della commissione. Lo scopo della revisione del Codice civile e fare in modo che in futuro l'autorità parentale congiunta diventi la regola. Il giudice dovrà decidere solo in casi eccezionali.

Tags:
svizzeraautorità parentale
in evidenza
"Speriamo che sia femmina?": la possibile svolta politica in anteprima alla Piazza di Affari

La kermesse a Ceglie dal 26 al 28 agosto - Il programma

"Speriamo che sia femmina?": la possibile svolta politica in anteprima alla Piazza di Affari


in vetrina
Scatti d'Affari GAP a Milano, chiude il negozio dopo 12 anni. Giù la serranda dal 7 ottobre

Scatti d'Affari
GAP a Milano, chiude il negozio dopo 12 anni. Giù la serranda dal 7 ottobre





casa, immobiliare
motori
Al Monterey Car Week Aston Martin svela la DBR22

Al Monterey Car Week Aston Martin svela la DBR22


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.