A- A+
Cronache
Telefonare in aereo? Ora si può. Smartphone liberi anche su Swiss

Presto si potrà telefonare ance tra le nuvole. Lo ha deciso qualche settimana fa negli Usa la Federal Commission che annuncia che le regole in questo senso: "Vanno riviste, sono obsolete e restrittive". Si intende quindi non solo utilizzo di dispositivi elettronici al decollo e in atterraggio, ma anche conversazione libera oltre le nuvole. Iperconnessi anche in aria, per non perdere un istante di quello che succede a terra.

Allineandosi alle nuove tendenze internazionali, anche la compagnia Swiss si prepara ad autorizzare l'uso di iPad, Kindle e smartphone in tutte le fasi del volo, dalla chiusura delle porte dell'aereo al momento dell'atterraggio. La nuova regolamentazione, scrive Ticino News, potrebbe entrare in vigore verso la metà dell'anno: prima l'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC) dovrà dare il proprio assenso, indica oggi Swiss in una nota. Swiss segue quindi le orme dell'Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA), che ha emanato lo scorso dicembre nuove linee direttive in questo senso. Numerose compagnie aeree stanno già adattando le proprie regole. Air France ad esempio ha ad esempio autorizzato da subito l'impiego di questi gadget, mentre Lufthansa lo farà a partire dal primo di marzo.

Tutti d'accordo si pensava, ma a sorpresa in molti non apprezzano la decisione. Se da una parte i vantaggi sono evidenti: si potrà lavorare anche in volo, chiamare e sentire gli amici, leggere le notizie in tempo reale, passare qualche ora chattando sul Facebook, dall'atra parte molti utenti hanno già individuato un grosso punto debole della novità.

 

Tags:
aereoswisstelefono
in evidenza
La Piazza di Ceglie snodo delle elezioni. Il direttore Perrino ospita tutti i big - VIDEO

La V° edizione, dal 26 al 28 agosto

La Piazza di Ceglie snodo delle elezioni. Il direttore Perrino ospita tutti i big - VIDEO


in vetrina
FS, al via le prove tecniche del Frecciarossa 1000 tra Madrid e Barcellona

FS, al via le prove tecniche del Frecciarossa 1000 tra Madrid e Barcellona





casa, immobiliare
motori
Dal fiuto di Maximilian E. Hoffman 70 anni fa nasceva la Mercedes SL

Dal fiuto di Maximilian E. Hoffman 70 anni fa nasceva la Mercedes SL


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.