A- A+
Cronache

 

Credevano che la figlia di dieci anni fosse una strega, per questo hanno cercato di farla esorcizzare. Ora i genitori sono accusati di abusi su minori. E’ successo in Svezia tra il febbraio del 2007 e il febbraio del 2008.

I due genitori, originari della Repubblica Democratica del Congo, si sono giustificati con i pm svedesi dicendo: “Nostra figlia è una strega, noi non siamo responsabili di abusi”.

La bambina, che sostiene di non essere la figlia naturale della coppia, è stata picchiata e costretta a bere un miscuglio fatto con la sua urina e alcuni prodotti per la pulizia. Almeno secondo l’accusa.

I servizi sociali svedesi hanno sottratto la bambina, nata nel 1997, ai genitori nel 2008, e da allora la ragazzina è stata affidata ad un’altra famiglia.

Tra gli altri motivi che hanno spinto i servizi sociali a sottrarre la piccola ai genitori c’è quello secondo cui la piccola sarebbe stata trattata diversamente dai suoi fratelli e dalle sue sorelle, e sarebbe stata mandata a scuola con abiti sporchi.

I genitori avevano anche chiesto degli assegni sociali per portare la figlia in Congo e sottoporla ad un esorcismo. Adesso, però, anziché in Congo i genitori finiranno in tribunale.

Tags:
esorcistaabusistoccolta

i più visti




casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.