A- A+
Cronache


 

E' di 24 morti, e non 91 come precedentemente affermato da fonti ufficiali, il bilancio del tornado a Moore, sobborgo di 55.000 abitanti di Oklahoma City. "Abbiamo buone notizie", ha riferito Amy Elliott, capo dell'Ufficio medico legale della citta', "il numero esatto finora e' di 24 morti". Secondo Sky news, delle 24 vittime almeno sette sono bambini. Ellio ha spiegato che e' stato il "caos" delle prime ore seguite al tornado a spingere i soccorritori a ingannarsi sulle cifre, conteggiando due o tre volte le stesse vittime. Il bilancio, comunque, potrebbe aumentare se dalle macerie saranno estratti altri cadaveri.


Secondo il primo bilancio delle forze dell'ordine, sono circa 200 le persone rimaste ferite e 145 quelle ospitalizzate. Lo scenario e' apocalittico: sono stati distrutti interi quartieri, due scuole e un ospedale e c'e' il rischio, secondo il National Weather Service, che altri tornado possano formarsi nella giornata di oggi. Moore e' un sobborgo di 55.000 abitanti e gia' nel 1999 era stato colpito da un terribile tornado che aveva ucciso 40 persone. 

IL PEGGIORE TORNADO DEGLI ULTIMI 2 ANNI - Il tornado che si e' abbattuto ieri nella zona meridionale di Oklahoma City e' il peggiore degli ultimi 2 anni negli Stati Uniti per numero di morti provocati. Lo ha sottolineato il National Weather Service commentando il bilancio delle vittime (almeno 51), destinato ad aggravarsi. Il triste primato spetta al tornado che due anni fa uccise 161 persone a Joplin, in Missouri, provocando danni per oltre un miliardo di dollari. Solo nel 2012 sono stati almeno 70 i tornado 'killer' negli Usa. "Ho seguito tempeste e tornado per 18 anni e non ho mai visto nulla di simile", ha raccontato Lance West, reporter di Kfor. "Il tornado di ieri che ha devastato il sobborgo di Moore - ha osservato - e' sicuramente il piu' devastante che abbia mai visto". Moore e' stata colpita da tre tornado negli ultimi 14 anni. L'allarme del National Weather Service Storm Prediction Center e' scattato ieri circa 20 minuti prima che il tornado toccasse terra, alle 15.01 ora locale. Generalmente il preavviso non supera gli 8-10 minuti, secondo quanto ha spiegato Keli Pirtle, uno dei portavoce del Centro Meteo di Norman, in Oklahoma. Domenica scorsa i tornado, nel picco della stagione, avevano ucciso 2 persone in Oklahoma ferendone 39. L'allarme tornado in questo periodo incombe su 10 Stati Usa: Texas, Oklahoma, Arkansan, Kansas, Missouri, Illinois, Wisconsin, Indiana, Michigan e Iowa. L'area maggiormente a rischio e' proprio quella di Joplin dove il 22 maggio di due anni fa' si abbatte' il peggior tornado che si ricordi.

 
 



I PRECEDENTI

 


LE IMMAGINI

 

DA KATRINA A IRENE, COME SI "BATTEZZA" UN URAGANO - Cent'anni fa si sarebbe chiamato "Uragano San Bernardo", in ossequio alla tradizione caraibica, risalente ai primi decenni dell'Ottocento, di battezzare le tempeste tropicali con il nome del santo del giorno in cui si manifestavano. Una tradizione che, se fosse proseguita, avrebbe visto nel 2005 New Orleans rasa al suolo da "Santa Rosa da Lima", come la religiosa peruviana del '600 che si celebra il 23 agosto, giorno in cui l'uragano Katrina si formo' a sud est delle Bahamas. All'ultimo uragano di questa stagione atlantica, nato il 20 agosto al largo di Porto Rico e da giorni incubo della East Coast, e' toccato invece, piu' profanamente, il nome di Irene, che rischia di aggiungersi alla lunga lista di "donne terribili" che hanno seminato danni e distruzione lungo la costa orientale degli Stati Uniti: nomi come Camille, Agnes, Katrina, evocativi nell'immaginario collettivo di una forza distruttiva che non lascia scampo al suo passaggio. Non e' vero pero', come spesso si crede, che tutti gli uragani abbiano nomi femminili: la pratica di assegnare alla tempeste tropicali soltanto nomi da donna e' terminata infatti alla fine degli anni Settanta, quando il Centro nazionale per gli uragani ha introdotto ufficialmente l'utilizzo dei nomi maschili accanto a quelli femminili per identificare gli uragani che si formano durante la stagione atlantica. Fino ad allora, a regnare era un'abitudine nata durante la seconda guerra mondiale quando, secondo alcune fonti a meta' tra la storia e la leggenda, i meteorologi dell'esercito Usa schierati nell'Oceano Pacifico cominciarono a utilizzare i nomi delle loro mogli e fidanzate per identificare i cicloni tropicali, le cui caratteristiche, probabilmente, ricordavano loro quelle del gentil sesso. Quel che e' certo che, gia' nel 1950, quella di utilizzare i nomi femminili per gli uragani e' ormai un'abitudine consolidata, tanto che, tre anni piu' tardi, il Centro nazionale per gli uragani adotta ufficialmente una lista di nomi femminili da assegnare alle tempeste tropicali i cui venti massimi superano i 63 chilometri orari. La pratica si rivela estremamente efficace dal punto di vista della comunicazione, poiche' snellisce i messaggi informativi dei meteorologi e facilita il lavoro dei cronisti, che possono contare su nomi semplici e facilmente memorizzabili per informare la popolazione.



“Se la temperatura aumentasse di un grado ulteriore, la frequenza aumenterebbe di 3-4 volte e se il clima globale dovesse aumentare di due gradi, le tempeste saranno circa dieci volte più estreme. Ciò starebbe a significare che ci sarà un aumento nelle tempeste della grandezza di Katrina “ogni due anni”- ha dichiarato Grinsted - che rileva inoltre che potrebbe aumentare il livello dei mari a causa del riscaldamento globale, con conseguente peggioramento della marea e potenzialmente più distruttivi”.





Tags:
tornadooklahoma
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020

Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020





casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.