A- A+
Cronache
Torture, papelli e mancate catture. Stato-mafia, tutti i segreti

LO SPECIALE MAFIA DI AFFARI

LE RIVELAZIONI DELL'EX CARABINIERE/ Moro, Br, Alkamar e... Le verità di Renato Olino

CASO ALKAMAR/ 22 anni in carcere da innocente. Giuseppe Gulotta racconta la sua storia

L'INTERVISTA 1/ Segreti sulle stragi, Imposimato: "Ma quale revoca, a me non danno gli atti su Moro"

L'INTERVISTA 2/ "I Grandi Architetti vogliono farmela pagare". Tutte le verità di Massimo Ciancimino

L'INTERVISTA 3/ "Così dovevo uccidere Borsellino". Parla il pentito di mafia Vincenzo Calcara

L'INTERVISTA 4/ Salvatore Borsellino: "Lo Stato non difende Di Matteo. Sul bomb jammer Alfano ambiguo"

L'INTERVISTA 5/ L'avvocato Giorgio Carta: "Complicato difendere Masi. Altri carabinieri potrebbero parlare"

L'INTERVISTA 6/ Sonia Alfano: "La trattativa tra Stato e mafia continua ancora"

L'INTERVISTA 7/ Il pm Nino Di Matteo: "Amnistia? Un aiuto alla mafia. Possibile un ritorno alle stragi"

L'INTERVISTA 8/ "Mio figlio operò Provenzano ed è stato ucciso da mafia e Servizi". La storia del medico Attilio Manca

L'INTERVISTA 9/ Da Moro a Falcone, dal Kgb alla Cia. Le verità di Imposimato sulle stragi

L'INTERVISTA 10/ Parla Amato, l'ex direttore del Dap: "Lo Stato ha ceduto alla mafia"

L'INTERVISTA 11/ Il procuratore di Lecce Cataldo Motta: "Concede prestiti e dà lavoro. Ecco perché la Scu ha consenso sociale"

L'INTERVISTA 12/ Il magistrato anticamorra Raffaele Cantone: "La verità sul rapporto tra calcio e mafia"

L'INTERVISTA 13/ Angelo Jannone, il primo infiltrato nella 'ndrangheta: "Vita dura, colpa di leggi e pm"

IL RETROSCENA 1/ "Bloccarono le mie indagini su Provenzano e Messina Denaro". E ora rischia l'espulsione dall'Arma. L'inquietante storia di Saverio Masi

IL RETROSCENA 2/ La mafia non lo voleva a Trapani, lo Stato lo trasferisce. La vicenda di Giuseppe Linares 

IL RETROSCENA 3/ Ipotizza doppia bomba e mano dei Servizi a Capaci. Rimosso il pm antimafia Donadio

IL SEGRETO SULLE STRAGI/ "Il segreto di Stato non dovrebbe più esistere dal 1977". Ferdinando Imposimato, presidente onorario della Cassazione, dice la sua sulla revoca annunciata da Renzi in un'intervista ad Affaritaliani.it: "Dopo le leggi del passato non è mai cambiato nulla, erano solo di facciata. E poi perché escludere il caso Moro e le stragi di mafia? E' tutto collegato". Poi svela: "Da anni chiedo l'accesso agli atti del caso Moro (Imposimato ne è stato giudice istruttore), ma non me li fanno leggere"

SEGRETO SULLE STRAGI, PARLA IMPOSIMATO: "MA QUALE REVOCA, GLI ATTI SU MORO NON ME LI DANNO"

L'INTERVISTA AL PM DI PALERMO/ "Non è stato il primo tentativo di spostare o far regredire il processo, speriamo sia l'ultimo". Nino Di Matteo, il pm della trattativa Stato-mafia, si sfoga in una lunga intervista ad Affaritaliani.it: "Riina? Le sue non sono minacce ma ordini, lo Stato fa un grave errore se sottovaluta il pericolo stragista". Sul voto di scambio: "Una riforma negativa. Così un mafioso 80enne non più attivo va al 41 bis e i politici in rapporti con la mafia pagano poco. Indagini sui piani alti? Verso di noi tante diffidenze anche istituzionali"

PARLA IL PM DI MATTEO: "SU DI NOI DIFFIDENZE ISTITUZIONALI"

L'INTERVISTA AL SUPERTESTIMONE/ "Mio padre Vito era più di un mafioso. Lo proteggevano entità molto più potenti e Riina sapeva che era intoccabile". Massimo Ciancimino, figlio del protagonista della trattativa Stato-mafia, si confessa in un'intervista ad Affaritaliani.it. "La definirei rinegoziazione, era a livelli altissimi e continua anche oggi". Su Messina Denaro: "Quando vorranno lo prenderanno". Sul processo di Palermo: "Il banco degli imputati è ancora molto vuoto". Sull'antimafia: "Renzi fa parte di un nuovo grande centro a cui non interessa. Io voto Grillo"

"MAFIA PROTETTA DA STATO E CHIESA". TUTTE LE VERITA' DI CIANCIMINO JR.

L'INTERVISTA ALL'EX CARABINIERE/ Dal terrorismo alla mafia, da Moro a Impastato, fino alla strage di Alkamar. Tutto vissuto all'interno dell'Arma dei Carabinieri. Renato Olino, ex membro della sezione speciale anticrimine, si confessa in una lunga intervista ad Affari: "Ti fanno il lavaggio del cervello. Le torture erano una prassi. L'incubo? Un libro a casa di Impastato". Su Moro: "Ci avevano avvertito, ma nessuno fece nulla per evitare il sequestro. Trattativa Stato-mafia? Tanti ufficiali usano i mafiosi per fare carriera". Su Renzi e il segreto sulle stragi: "Una presa in giro. Io so tante cose ma nessuno mi ha mai voluto ascoltare"

MORO, MAFIA, ALKAMAR E... LE RIVELAZIONI DELL'EX CARABINIERE OLINO

L'INTERVISTA AL PENTITO/ "Mi dissero che dovevo sparare a Borsellino. L'ordine era di Francesco Messina Denaro, il papà di Matteo". Vincenzo Calcara, pentito di mafia, sceglie Affaritaliani.it per raccontare la sua storia. "A volerlo morto erano anche pezzi deviati di Stato, Chiesa e massoneria". Su Cosa Nostra: "Ci sono poteri occulti più pericolosi che la rendono forte. Il vero centro è Trapani. Messina Denaro? Sa troppe cose, non lo vogliono prendere"

COSI' DOVEVO UCCIDERE BORSELLINO. PARLA IL PENTITO DI MAFIA CALCARA

L'INQUIETANTE STORIA DI SAVERIO MASI/ Un'altra oscura, inquietante, vicenda legata ai rapporti tra Stato e mafia. E' quella di Saverio Masi, maresciallo dei Carabinieri ora caposcorta del pm Nino Di Matteo. “Ero arrivato a un passo da Provenzano e Messina Denaro, ma i miei superiori mi impedirono di catturarli”, ha rivelato in un esposto consegnato alla Procura di Palermo. "Non abbiamo nessuna intenzione di prendere Provenzano. Non hai capito niente allora? Lo vuoi capire che ti devi fermare?", gli avrebbero detto. Il maresciallo sostiene che aveva individuato la villa in cui si nascondeva Messina Denaro (nella foto il suo identikit), l'ultimo superlatitante di Cosa Nostra, ma anche lì sarebbe arrivato lo stop. E poi l'allontanamento dal Nucleo Operativo. Dalla sua denuncia è nata un’indagine ma intanto Masi ha subito anche un processo per falso materiale e tentata truffa. Il motivo? Una multa di 106 euro comminatagli mentre usava l’auto privata durante un’operazione di polizia giudiziaria. E ora rischia l’espulsione dall’Arma…

"MI IMPEDIRONO DI CATTURARE I BOSS". ORA RISCHIA L'ESPULSIONE DALL'ARMA

Tags:
stato mafiamessina denaro
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.