A- A+
Cronache

"Solo la Procura della Repubblica di Caltanissetta, competente per le indagini, potra' direttamente intervenire sugli aspetti che riguardano il barbaro eccidio di Paolo Borsellino". I Pm di Caltanissetta che indagano sulla strage Borsellino esprimono la loro posizione con una nota, e scoppia cosi' la polemiche sulle motivazioni dell'assoluzione del generale Mori, depositate ieri dal Tribunale di Palermo e secondo cui Paolo Borsellino non venne ucciso perche si opponeva alla trattativa Stato-mafia.

I magistrati nisseni affermano: "Non possiamo non respingere alcune parziali interpretazioni da cui parrebbe che il principale argomento su cui il Tribunale palermitano ha deciso e' la strage di via D'Amelio". Il Tribunale palermitano dunque, sempre riguardo alla sentenza Mori, "ha potuto esaminare solo indirettamente (e probabilmente con un diverso compendio probatorio), questa vicenda di competenza nissena. E solo, e comunque, per rispondere al vero tema del processo: la mancata cattura del boss Bernardo Provenzano".

Tags:
via d'ameliomoriprovenzano
in evidenza
Ufficiale: esiste un'anti-Ferragni. Si chiama Aurora Baruto e ha 4 mln di follower

GUARDA LE FOTO

Ufficiale: esiste un'anti-Ferragni. Si chiama Aurora Baruto e ha 4 mln di follower

i più visti
in vetrina
Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico

Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico





casa, immobiliare
motori
BMW M3 Touring: la supersportiva per tutti i giorni

BMW M3 Touring: la supersportiva per tutti i giorni


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.