A- A+
Culture
Brumotti: al via il tour realizzato con il FAI e sostenuto da Intesa Sanpaolo

Dopo il grande successo dello scorso anno, torna anche nel 2019 il progetto “FAI Brumotti per l’Italia”. 

Intesa Sanpaolo, da sempre impegnata attivamente nella tutela del patrimonio artistico e culturale del Paese, rinnova il proprio sostegno all’iniziativache vedrà Vittorio Brumotti, il celebre campione di bike trial e inviato di Striscia la notizia, impegnato a raccontare paesaggi, borghi, sapori ma anche storie di grande umanità, in un lungo viaggio con 17 tappe a bordo della sua bicicletta.

"Dal 2004 siamo con il FAI per i “Luoghi del cuore”: una delle partnership che noi riscontriamo essere tra le più apprezzate dai clienti e dal pubblico" - ha detto ad Affaritaliani.it Fabrizio Paschina, Executive Director Comunicazione e Immagine Intesa Sanpaolo. "L’anno scorso si è unito Vittorio per farne un ulteriore racconto. Lui è eclettico, simpatico ed partecipe di qualunque attività, dunque è il miglior testimonial possibile per andare in giro per l’Italia e toccare i luoghi importanti per noi, nel nostro racconto di cultura e di beni artistici che sosteniamo con molte attività. Prendendo solo tre punti dove Brumotti sarà nei prossimi giorni possiamo citare: Matera (di cui siamo partner come città della cultura 2019), Orvinio (un luogo del cuore scelto lo scorso anno) e Napoli, dove abbiamo una presenza importante anche con Palazzo Zevallos, il nostro museo dove si racconta e si espone il patrimonio artistico della banca".

paschina intesa
Paschina (Intesa): "Partnership con il FAI, una delle più amate"

Il viaggio di 1600 km che unisce arte, cultura, sport e solidarietà parte il 18 giugno da Milano e si conclude a San Giovanni Rotondo (FG) il 4 luglio, con passaggi in beni di proprietà del Fondo per l’Ambiente Italiano e toccando numerosi “Luoghi del Cuore”, il progetto che Intesa Sanpaolo sostiene dal 2004 in qualità di promotore e partner unico del FAI.

"Un turismo diverso, quello che presentiamo oggi, un turismo che non inquina. Non il solito giro: Venezia, Firenze, Roma e Napoli. Faremo conoscere l’Italia più sconosciuta, come le Valli di Comacchio (Comacchio è uno dei più bei paesi italiani) e Tivoli con la villa Gregoriana - ha detto Marco Magnifico, VicePresidente esecutivo FAI. "Poi andremo in tutta l’Italia del sud dove Vittorio non pagherà un euro per mangiare. Questo aspetto risorgimentale ci ricorda la lentezza. Godiamoci l’Italia lentamente e godiamoci l’Italia senza inquinare. Le grandi navi di Venezia sono l’opposto del turismo che Vittorio e il FAI sostengono. Le grandi navi di Venezia non solo distruggono la laguna ma inquinano mortalmente una delle città più belle d’Italia e del mondo". 

 

magnifico fai jpg
Magnifico (FAI): "Il nostro è un turismo lento e che non inquina"

"Quella di quest'anno è la versione 2.0 di Brumotti in missione in giro per l’Italia per conto del FAI - ha detto l'atleta Vittorio Brumotti. "Quest’anno un nuovo mood mi accompagna, quello di vivere l’Italia in modo lento, a bordo di una bici vintage, gustando tutto quello che può offrire la nazione più bella del mondo. Gli amici del FAI hanno dato un valore aggiunto a tutto ciò che faccio nella mia vita. Quello che voglio è far innamorare tutti quelli che mi seguiranno della nostra bella Italia".

BRUMOTTI FOTO
Brumotti: "Voglio far innamorare tutti ancor di più dell'Italia"

Tra le tappe in programma, Brumotti il 26 giugnoraggiungerà Orvinio, borgo medievale in provincia di Rieti che si è classificato al secondo posto per la regione Lazio nell’ultimo censimento “I Luoghi del Cuore”; il biker sarà successivamente a Napoli il 30 giugno presso l’Ospedale pediatrico Pausilipon dove la Banca, nell’ambito delle iniziative nel sociale, ha aperto un asilo nido per bambini oncologici; lunedì 1° lugliotoccherà nel suo viaggio anche Matera, Capitale europea della Cultura 2019 di cui Intesa Sanpaolo è Gold Partner.

Orvinio, Napoli e Matera sono quindi luoghi simbolo dell’impegno di Intesa Sanpaolo nel sociale e nella vita culturale del Paese. 

In particolare, oltre alla partnership con il FAI, il Gruppo è impegnato, attraverso il Progetto Culturanella conservazione delle collezioni di proprietà e nel progetto ‘Restituzioni’, il programma di restauri di opere d’arte promosso e curato da Intesa Sanpaolo fin dal 1989 in collaborazione con gli enti ministeriali preposti alla tutela, con 1300 opere restaurateappartenenti a musei, siti archeologici e chiese in tutta Italia.

Intesa Sanpaolo ha inoltre scelto dioffrire alla pubblica fruizione una selezione delle oltre 30 mila opere appartenenti al Gruppo, dall’archeologia al contemporaneo, con il polo museale delle Gallerie d’Italianelle tre sedi di Milano, Napoli e Vicenza. 

 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    brumottifaiintesa sanpaolobrumotti per il faiitalia
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari

    CDP, presentato il report sulla sostenibilità nei sistemi agroalimentari


    casa, immobiliare
    motori
    Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici

    Stellantis lancia il nuovo Scudo e Ulysse anche 100% elettrici


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.