A- A+
Culture
Claude Picasso e i ritardi sulla riapertura del museo parigino dedicato al padre

Claude Picasso, il figlio del grande pittore spagnolo (e di Françoise Gilot), in un'intervista a Le Figaro si schiera contro la proroga della chiusura del Museo Picasso di Parigi.  "Sono scioccato e profondamente preoccupato per il futuro del museo", ha dichiarato.

Claude Picasso ha chiesto al ministro Aurélie Filippetti di impegnarsi per accelerare la riapertura del museo.

Il museo è chiuso dall'agosto del 2009. Per la riapertura si parlava di giugno, ma la data potrebbe slittare a settembre.

Da tempo in Francia c'è polemica per i ritardi del restauro dell'Hotel Salé, la dimora seicentesca del quartiere del Marais che ospita il museo Picasso dal 1985.

Il museo Picasso contiene più di 3.000 opere di Picasso tra cui disegni, ceramiche e dipinti. Uno degli aspetti che più colpiscono del museo è che contiene un ampio numero di opere che Picasso dipinse dopo aver compiuto 70 anni.

 

 

Tags:
claude picassomuseo picassopicasso
in evidenza
Estate in crisi. Inattesa svolta Arrivano fresco e forti piogge

Meteo, cambia tutto

Estate in crisi. Inattesa svolta
Arrivano fresco e forti piogge


in vetrina
Dott, ampliato il servizio di bike sharing a Parma

Dott, ampliato il servizio di bike sharing a Parma


casa, immobiliare
motori
Dacia Jogger debutta sul mercato italiano

Dacia Jogger debutta sul mercato italiano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.