A- A+
Culture
Artico. Ultima Frontiera™: mostra fotografica alla Triennale
Paolo Solari Bozzi© Tiniteqilaaq, Groenlandia 2016

di Simonetta M. Rodinò

 

L’eterno conflitto tra l’uomo e l’ambiente. Spazi reali, candidi, a volte evanescenti, che diventano magici nel loro silenzio assordante. Luoghi di una Terra fuori dai confini conosciuti, dove la natura ha una bellezza quasi imbarazzante. Ma infranta.

 

Con l’obiettivo di porre l’attenzione su alcune emergenze delle regioni artiche - dove il riscaldamento globale mette a dura prova l’ecosistema e la sopravvivenza delle popolazioni autoctone - è stata realizzata la mostra “ARTICO. ULTIMA FRONTIERA™”, da domani alla Triennale di Milano.

 

L’esposizione, da non perdere, presenta 60 spettacolari immagini in bianco e nero, che è un po’ la magia della fotografia, scattate da tre autori tra Groenlandia, Siberia e Islanda: l’islandese Ragnar Axelsson, il danese Carsten Egevang e l’italiano Paolo Solari Bozzi.

 

“Doppio il binario della rassegna: mostrare i diversi risultati delle singole ricerche e mettere a fuoco, non denunciare, le difficoltà dell’ambiente, il passaggio, lento ma inesorabile, dallo stile di vita di una cultura millenaria a quella della civilizzazione contemporanea, cui si aggiunge il drammatico scenario del cambiamento climatico”, spiega Denis Curti, curatore insieme a Marina Aliverti.

 

Non va dimenticato che ogni nuova stagione porta una progressiva riduzione del ghiaccio marino, con conseguenze sulle vie migratorie degli animali e sulle opportunità di trasporto per la popolazione locale.

 

Nella prima sala le foto del 61enne Paolo Solari Bozzi, che ha vissuto nel 2016 due mesi invernali sulla costa orientale della Groenlandia. Immagini panoramiche, tempeste glaciali, crepacci e villaggi con i propri abitanti, gli Inuit - per convenzione internazionale non si chiamano più esquimesi -.

“Stanno vivendo un periodo di transizione che li sta portando ad abbandonare tradizioni millenarie e a sostituirle con quelle del mondo odierno. I loro nonni vivevano ancora sotto terra - alcuni sostengono stando meglio d’adesso perché almeno erano al riparo dalle intemperie cui le casette di legno importate dai Danesi non resistono quando il vento soffia a oltre 200 km l’ora - tanti vorrebbero emigrare, non avere più le fatiche della caccia e della pesca a temperature glaciali sulle spalle, fare un’esperienza di lavoro in Danimarca e rientrare a casa (per far cosa?)”, spiega l’autore

Da qui insofferenza e incertezza diventano compagne di alcolismo e suicidi.

 

Per il 49enne biologo Carsten Egevang l’approccio iniziale fu fotografare la Groenlandia per la bellezza dei luoghi, i colori del paesaggio, gli iceberg, l’aurora boreale, la fauna artica. In seguito il criterio mutò. Ha vissuto dal 2002 al 2008 in Groenlandia per studiare la fauna ovipara della regione artica e documentare il modo in cui la popolazione fa ancora affidamento sulla natura.

Splendidi scatti paesaggistici, inquadrature sui cacciatori che si avventurano in cerca di cibo sulle slitte trainate dai meravigliosi cani groenlandesi, o sulle piccole barche, sugli orsi polari, sui trichechi…

 

Il 60enne Ragnar Axelsson da oltre trent’anni si dedica a esplorare i luoghi più remoti dell’Artico per documentare l’esistenza quotidiana delle popolazioni che vivono ai confini del mondo.

In una dimensione estetica ecco i suoi ritratti dei cacciatori Inuit, cui è sempre più complicato raggiungere i bordi della calotta glaciale, dove si possono catturare i pesci, per lo strato più sottile del ghiaccio. Indimenticabile l’immagine che ritrae un uomo, volto segnato dalle rughe, capelli e barba bianchi mossi dal vento, avvolto nella nebbia e nell’umidità su una spiaggia islandese frustata da un mare agitato.

 

Affiancano la mostra tre documentari: realizzati dalla regista e fotografa svizzera Corina Gamma, dal fotografo e film-maker americano James Balog e dai registi sloveni Jure Breceljnik e Rožle Bregar, integrano la narrazione delle regioni del Nord.

 

“ARTICO. ULTIMA FRONTIERA™

Fotografie di Ragnar Axelsson / Carsten Egevang / Paolo Solari Bozzi “

Triennale di Milano – Via Alemagna 6 - Milano

8 febbraio – 25 marzo 2018

Orari: martedì - domenica 10.30 - 20.30

Ingresso libero

www.triennale.org

Tags:
artico ultima frontiera mostra triennalemostra triennale artico ultima frontiera
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Peugeot rinnova la gamma 508

Peugeot rinnova la gamma 508


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.