A- A+
Culture
I “frammenti” di Tullio Pericoli in mostra a Palazzo Reale di Milano
Pericoli, Combinazioni

Formatosi negli anni giovanili ad Ascoli Piceno, dove nacque nel 1936, Tullio Pericoli è milanese d’adozione dal 1961. L’artista è ospite con la mostra “Frammenti” nelle sale dell’Appartamento dei Principi a Palazzo Reale di Milano, fino al 9 gennaio.

Conosciuto per aver illustrato i racconti di una lunga serie di famosi scrittori, negli anni ha anche ritratto con ironia moltissime personalità di autori come Franz Kafka, Virginia Woolf, Ernest Hemingway, Pier Paolo Pasolini, Samuel Beckett, Beppe Fenoglio, Primo Levi e Italo Calvino, ma anche figure del mondo dell’editoria come Carlo Caracciolo. 

Non va dimenticata la sua passione per il teatro. Nel 1995 disegna scene e costumi per l’opera L'elisir d'amore di Donizetti andata in scena a Zurigo. Tre anni dopo, cura un nuovo allestimento della stessa opera per la Scala di Milano. Nel 2001 cura regia, scene e costumi per Le sedie di Ionesco per il Teatro Studio di Milano e nel 2002 disegna scene e costumi per Il turco in Italia di Gioacchino Rossini per l’Opernhaus di Zurigo.

Pericoli   Franz Kafka, 1918Pericoli, Franz Kafka, 1918
 

L’ampia monografia, curata da Michele Bonuomo, oltre 150 opere realizzate dal 1977 al 2021, si snoda nelle dieci sale al primo piano del Palazzo privilegiando il tema da sempre ricorrente del paesaggio, la cui materia vivente è dipinta per frammenti. Che contengono equilibri dentro le fibre del colore. 

Il paesaggio come espressione dei differenti stati d’animo, il paesaggio dei territori delle Marche, cui ha sempre dedicato particolare attenzione. Ma anche il paesaggio immaginato e sognato: filari, colline, alberi, arature, profili di campi… riaffiorano nella memoria, spezzettati, frammentati appunto.

Tele in cui spesso non si coglie l’orizzonte, quadri dall’ininterrotto silenzio, complice la totale assenza d’immagini umane: sono scomparse le figure che hanno arato quei campi, hanno piantato quegli alberi, hanno solcato quelle colline. Ma i declivi, scoscesi o pianeggianti, sono frazionati in tanti pezzi che raccontano ciò che fu, che non vediamo ma parlano di coltivatori, di contadini…

Pericoli  Combinazioni, 2021Pericoli, Combinazioni
 

Opere graffiate, sulla pastosa trama di colore, da Pericoli non solo da pennelli di pittore, ma anche da spatole, pennelli da tornitore, strumenti da incisore. 

“Dipingo paesaggi perché si aprono verso di me e mi includono, dandomi il piacere di abbandonarmi al loro destino … Non dipingo paesaggi per fare paesaggi. Li dipingo per il piacere di dipingere. E di fare un quadro dopo l’altro” sostiene l’artista.

L’ultima sala presenta alcuni ritratti: una selezione di acquerelli e olii. Volti, caratteri e anime di protagonisti della letteratura studiati, approfonditi e interpretati dal suo occhio e dal  pennello.

Tullio Pericoli. Frammenti

13 ottobre 2021 - 9 gennaio 2022
Palazzo Reale - Piazza del Duomo 12 - Milano
Orari: martedì / domenica dalle 10:00 alle 19:30, giovedì fino alle 22:30 – chiuso il lunedì
Ingressi: Intero € 6 - Ridotto € 4
www.palazzorealemilano.it

Pericoli  Combinazioni, 2012Pericoli, Combinazioni
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    milanomostrepalazzo realetullio pericoli
    in evidenza
    Manchester United-Atalanta dove vederla: le news

    Champions show

    Manchester United-Atalanta dove vederla: le news

    i più visti
    in vetrina
    Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

    Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%


    casa, immobiliare
    motori
    nuovo Honda HR-V, rigorosamente ibrido

    nuovo Honda HR-V, rigorosamente ibrido


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.