A- A+
Culture
L'Art Nouveau nella collezione Parenti: oltre mille opere in mostra

Nell’ambito della seconda Biennale del Disegno di Rimini, s’ inaugura il 24 aprile all’interno di Palazzo Marcosanti di Sogliano al Rubicone, una mostra interamente dedicata al disegno durante il periodo della Belle Époque con preziosi esempi di Liberty italiano, Art Nouveau, Art Dèco e Futurismo. Oltre mille opere esposte realizzate da centinaia di famosissimi artisti. La mostra rimarrà allestita fino al 10 luglio.

La mostra trova spazio nelle sale comunali del Palazzo Marcosanti, che ospitano anche il Museo di Arte Povera, e della Musica, ed è stato scelto lo scorso anno dall’istituzione culturale “Italia Liberty” come principale Museo per il Liberty su territorio nazionale.

L'esposizione intende valorizzare le opere del periodo compreso tra fine '800 e metà '900 di proprietà del geniale collezionista Roberto Parenti che ha raccolto un inestimabile patrimonio di opere di arti grafiche.

In mostra cartoline, locandine e manifesti a firma di autori italiani e stranieri che evidenziano rari esempi di Art Nouveau nelle sue diverse sfaccettature: dal Liberty al Modernismo, allo Stile Floreale, ma anche Jugendstil, Art and Craft e Secessione Viennese. Senza escludere il periodo dell'Art Dèco e del Futurismo. Per quest'ultimo la mostra gode della promozione da parte del Comitato 100 Sant'Elia.

L'ART NOUVEAU NELLA COLLEZIONE PARENTI

La grafica nel segno Liberty, Art Dèco e Futurista a cavallo tra due secoli

Museo Arte Povera, Sogliano al Rubicone, 24 aprile - 10 luglio 2016

In mostra vi sono opere dell'artista Alphonse Mucha, grande autore della corrente artistica Art Nouveau e Gran Maestro massone in Cecoslovacchia. L’esposizione romagnola mette in luce anche opere provenienti dalla recente mostra “Massoneria Art Nouveau. Mito dell’Istituzione nell’arte al tempo della Belle Époque” e va a supportare la mostra in corso al Compresso del Vittoriano di Roma su Mucha.

Le linee sinuose che disegnano e modulano il corpo femminile così come la natura e racemi floreali rappresentano il linguaggio tipico del Liberty e dell'Art Nouveau e il maestro ceco ne è uno degli interpreti principali.

La litografia di Mucha,‘‘Testa bizantina’’ del 1898, funge da  logo della grande mostra.

Sono presenti anche le opere di molti altri artisti del tempo tra quali Duilio Cambellotti, Marcello Dudovich, Leonardo Bistolfi, Galileo Chini, Aleardo Terzi, PlinioNomellini, Aldo Mazza, Leopoldo Melticovitz, Antonio Rizzi, Orlando Orlandi, Bistolfi, Malerba, Boccioni, Cappiello, Giuseppe Palanti, Hoenstein, Kirknerk, Paul Berthon, De Carolis, Mataloni, Rizzi, Grasset, Proivat-Livemont, Bompard, Beardsley, Carpanetto, i marchigiani Oreste Ruggeri e Giuseppe Brega, Mirko Vucetich con alcune grafiche futuriste e altri meno noti maestri come Carlo Moser, Gianluigi Sormani, Andrea Petroni, tutti interpreti di questo stile straordinario che durerà solo per pochi decenni ma coinvolgerà tutti i campi dell'arte e dell’archittettura.

Il percorso espositivo della mostra inizia con le immagini di cartoncini illustrati realizzati a fine‘800 per poi passare al contenuto principale della mostra, opere grafiche Art Nouveau che spaziano geograficamente dall’Italia a tutta l'Europa.

Il percorso ci conduce successivamente alle opere Art Dèco e Futuriste.

L’allestimento, assai originale, mostra una selezione di opere a parete, cartoncini pubblicitari esposti in vetrina, degli album originali con all’interno autentiche stampe della Belle Epoque protette da pellicola, che il fruitore può ammirare da vicino e toccare con mano per apprezzare le varie tecniche di stampa: cromolitografie, cartoncini in rilievo, menù, cartoline e disegni.

L'obbiettivo dell'evento è coinvolgere e sensibilizzare giovani e pubblico di tutte le età alla conoscenza e all'apprezzamento dell'Art Nouveau, divulgare opere inedite realizzate durante il periodo Liberty, sottolinearne l'eleganza e far conoscere il disegno Art Nouveau e Art Dèco, spiegando ai visitatori la storia, i dettagli, le  caratteristiche e simbologie di questo stile. Tra le opere esposte un raro libro anonimo di oltre cento pagine disegnato a mano centimetro per centimetro.

Il comitato scientifico della mostra, selezionato dal curatore Speziali, è composto dal collezionista e esperto d’arte Roberto Parenti assieme alla storica dell’Arte Alessandra Cesselon, Cecilia Casadei, Emanuele Bardazzi.

L'ingresso è libero. La mostra, dedicata a qualsiasi tipo di pubblico, è organizzata dal Comune di Sogliano al Rubicone insieme al Museo di Arte Povera e promossa dalla community Facebook The World Art Nouveau.

Durante la manifestazione sono previsti eventi speciali nei fine settimana. In particolare conferenze nel campo della grafica e della pittura; tra di esse da sottolineare quella dedicata al maestro del ritratto e del manifesto cinematografico Angelo Cesselon (1922 – 1992).

 

INFORMAZIONI

 

www.italialiberty.it/mostrasoglianoartnouveau  |  www.museodiartepovera.com

 

Mail:  info@italialiberty.it

Tel.: 0541.948418  

Mobile: 334.8592312 

Tags:
mostra art nouveau collezione parenti
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.