A- A+
Culture
La bellezza senza cuore nella mostra fotografica di Giulia Efisi alla Galleria Ginko di Roma

di Lucilla Noviello

Tecnica impeccabile, luce da sovraesposizione, storie personali immanenti; e poi i volti o le posture delle gambe, la freddezza delle bocche fagocitanti o la casualità dell’abbraccio materno caratterizzano i Portraits – i Ritrattidell’esposizione delle fotografie di Giulia Efisi in visione fino al 16 febbraio alla Galleria Ginko di Roma. Guardiamo queste opere e vediamo un mondo senza storia, né tempo né occasioni. I ritratti sono a volte quelli di personaggi più o meno famosi e altre no, ma tutti ugualmente degni di diventare luce e contorno per sempre. Sono soggetti impressi e privati di contesto; non c’è mai sfondo al loro volto – quando sono i volti a essere fotografati -  o ai loro corpi – se sono i corpi a essere fermati, a diventare protagonisti dell’opera. Non sempre Giulia Efisi usa la forma umana nella sua fotografia. La sua ricerca – che non sempre può essere definita tale, perchè talvolta il suo percorso artistico, testimoniato anche da diverse altre mostre milanesi o da pubblicazioni, più che altro sembra essere un’inevitabile espressione del sé, dell’esuberanza dell’io bello e personale che dall’interno del soggetto  si adagia sulla carta fotografica per essere mostrato, reso evidente all’altro -  è anche un modo di affermare l’esistenza in quanto elaboratrice di relazioni, di incontri. Come se il sentimento che un volto, un corpo, un’esperienza possano causare fosse  archiviato, poggiato lontano, in attesa, e fosse soltanto la manifestazione del corpo ad essere data, espressa – bidimensionale quindi – nel perimetro della carta fotografica. Giulia Efisi sembra non poter essere altro che un artista e l’importanza del soggetto dietro alla macchina è preponderante anche nei ritratti, quasi al di sopra del soggetto davanti alla macchina. La bellezza della fotografa è la stessa dell’oggetto fotografato: e tali bellezze destano entrambe stupore: negli occhi sereni di una vecchia; nella curva di una bambina fasciata, nella pelle lucida e scura di un uomo. Quella dei Portraits è una bellezza senza storia e senza tenerezza. Le fotografie si presentano senza generosità, sono prive di rimpianti, e si propongono con la prepotenza dell’arte. Senza giustificazione, senza bontà, senza salvezza.

Giulia Efisi, Portrairts, Galleria GinKo di Roma fino al 16 febbraio 2016.

 

Tags:
foto
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO

Estate 2021, le bellezze made in Italy scelgono il Belpaese. FOTO


casa, immobiliare
motori
Mercedes: il futuro è completamente elettrico

Mercedes: il futuro è completamente elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.