A- A+
Culture
"La mia Triennale". In un libro-intervista la ribellione di Davide Rampello
Davide Rampello

Ma nelle "Cronache di una ribellione" di Rampello, curatore del Padiglione Zero e dei contenuti artistici per Expo Milano 2015, si parla anche dello scetticismo nei suoi confronti a seguito della nomina (Rampello era considerato un "uomo Fininvest"). La sua è stata dunque un'elezione non scontata e criticata. Negli anni in Triennale, come racconta inoltre Rampello al suo intervistatore, non sono mancate le "discussioni" con Andrea Cancellato. Nel volume, ovviamente, ci sono anche numerose riflessioni sulle tante mostre realizzate, e sul filo conduttore che le lega.Il libro-intervista a cura di Martin Angioni (in uscita per Skira tra un paio di settimane) è destinato a far parlare. Perché ne "La mia Triennale -  Cronache di una ribellione" Davide Rampello,  al vertice della Triennale di Milano per un decennio, prima come consigliere e poi come presidente, svela anche numerosi retroscena sulla sua avventura da manager della cultura. Nel libro si dà spazio al complesso intervento di ristrutturazione di Michele De Lucchi, volto a restituire lo spazio com’era stato concepito in origine, alla filosofia alla base dell’era Rampello, caratterizzata da un approccio interdisciplinare, da una visione allargata e dinamica dei vari argomenti e temi sociali, oltre che da un impegno nella programmazione delle attività, a cominciare dalle mostre.

Nel volume c'è anche spazio per le testimonianze dirette di alcune personalità che hanno lavorato a stretto contatto con Rampello, come Aldo Bonomi, Francesco Casetti, Germano Celant, Michele De Lucchi e Severino Salvemini.

 

Tags:
davide rampelloskiratriennale
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Citroën Ami 100% ëlectric, entra in servizio al Genova City Airport.

Citroën Ami 100% ëlectric, entra in servizio al Genova City Airport.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.