A- A+
Culture
Napoli, qui Algeria e Italia si incontrano. La mostra
Il deserto algerino

Si avviano  al termine gli appuntamenti che in questo mese hanno consentito ai napoletani, e non solo, di conoscere a tutto tondo l’Algeria, così lontana ma al tempo stesso tanto vicina a noi.

Il 2 marzo si è aperta la collettiva d'arte al Castel dell'Ovo dal tema: "Algeria Terra Infinita - Nomadismo di Pensiero e di Cuore", dando l’avvio al mese della cultura algerina promosso dall'ambasciata dell'Algeria in Italia e patrocinata dal Comune di Napoli. Dedicata ai paesaggi e alle figure dell’Algeria, terra di deserto e di oasi, di storia e di tradizioni millenarie, madre del berbero sant’Agostino e dello scrittore Albert Camus.  La mostra è stata inaugurata dal Sindaco di Napoli Luigi de Magistris e dal presidente del Consiglio comunale Alessandro Fucito, con l’intervento di Abdelhamid Senouci Bereksi, ambasciatore della Repubblica Algerina in Italia,

La rassegna, organizzata in collaborazione con l'assessorato alla Cultura e al Turismo, raccoglie le opere di nove artisti, otto algerini e un'italiana, Anna Shamira Minozzi, e sarà visitabile fino al 26 marzo. Molteplici  gli eventi che in questo mese di marzo si sono avvicendati:

il 15 marzo al Maschio Angioino la conferenza dell’Architetto Pietro Laureano (fondatore IPOGEA e consulente UNESCO per gli ecosistemi in pericolo) dal tema: “Il Sahara algerino: Patrimoni rupestri e oasi”; Venerdì  al PAN (Palazzo delle Arti di Napoli) la conferenza del Prof. Vittorino Grossi  dell’Istituto Patristico Agustinianum  di Roma su: “L’anima dell’Algeria: il berbero Agostino d’Ippona” e dopo  la conversazione  della Prof.ssa Nadjia Kebour  dell’Università Alma Studiorum di Ravenna su: “L’aspirazione alla perfezione dell’uomo in Agostino”.  Sabato 17,  sempre al  Maschio Angioino, il concerto di musiche e canti dell’Algeria e del Mediterraneo del gruppo musicale Beyond Borders Ensemble, diretto dall’algerino Mehdi Elias Baba-Ameur Violoncello (Algeria), e composto da: Dahlah Lee Violino (Corea del Sud) Reza Mouhsenipour Tar (Iran) Hamid Mouhsenipour Percussioni (Iran) e Valeria Villeggia Arpa e voce

(Italia). Sempre  sabato 17  al Maschio Angioino la conferenza di  Riccardo Nicola,  autore del romanzo: “Alì Piccinin. Un Mortegiano Pascià di Algeri”. Lunedì 19  al PAN la  proiezione del film “Profumi d’Algeri” di Vittorio Storaro,  della Rachid Benhadj Cinematografia. Per concludere  martedì 20 alle ore 16 al  Maschio Angioino l’Osservatorio Comunale sui siti UNESCO e il CNR presentano l’intervento del Consigliere Elena Coccia e del Ricercatore ISSM/CNR Roberta Varriale: “Napoli Algeria: Siti UNESCO. Tutela e rilancio dei patrimoni storici”. L'incontro a Napoli tra Algeria e Italia è stato concepito per favorire l'amicizia e la cooperazione tra i Paesi del Mediterraneo, con momenti di approfondimento sia in campo culturale, che in campo economico, come l'incontro promosso dalla Camera di Commercio insieme al Consiglio comunale di Napoli,  per favorire la conoscenza e la collaborazione tra gli operatori economici algerini e italiani. Dunque forme ed immagini pensiero e cuore, due terre da sempre vicine nei linguaggi artistici e nella loro storia.                                                                        

Tags:
napoli mostra algeriaalgeria mostra napoli
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.