A- A+
Culture
Oltre ai numeri del Covid dare anche il numero di quanti hanno chiuso bottega

Draghi al G-20: stiamo costruendo un nuovo modello di sviluppo. Sarà un genio anche perché sarà riuscito, almeno lui, a sapere da Speranza e suggeritori, quando finirà questa catena di vaccini sempre più vanescenti. Per questo ha portato, l'Impresentabile, a dare la notizia della previsione, dal palco con più risonanza globale. Abbiamo così sentito una vera novità mondiale: "Vaccinatevi e rivacciniamoci tutti. Anche quelle popolazioni che hanno il 3% di vaccinati. Perché c'è il sospetto che 'sto virus facci il girotondo...".

Di Battista pensa al terzo nipote per Grillo, per eliminare tutto il caos esistente: un nuovo partito, il suo!

E, intanto, continuano i fallimenti. Un doloroso e commosso saluto a La Balestra, storico simbolo dei Balestrieri, gloria e vanto di Gubbio e Sansepolcro, dal 1594.

Oltre al quotidiano bollettino su infettati, ricoverati e morti, si dovrebbe fornire il bollettino, se non giornaliero, almeno mensile, su quanti, vaccinati e non, ma in perfetta salute, hanno chiuso bottega: numero di afflitti da depressione conclamata e ormai cronica, perché senza lavoro e senza prospettive d'averlo, numero di ricoverati presso parenti (alloggio e vitto), numero di nuovi fruitori di mense per poveri (acqua, vino,  una cofana di spaghetti, 5 euro) e numero di morti di fame, con controllo serio, da parte di una commissione di incorruttibili, per non farli etichettare come morti a causa del covid.

Per chiudere bottega, intendo il non poter più svolgere la propria attività e quindi il non disporre più della fonte del proprio sostentamento. In breve, chiude bottega solo chi non gode di sostentamento pubblico. Quindi, quelli che chiudono bottega,  sono artigiani, parrucchieri, barbieri, pizzaioli, piadinari, crescionari, pizzicagnoli, ristoratori, negozianti, albergatori, per non parlare dell'ambiente artistico e dello spettacolo.

La piccola differenza tra i due gruppi (statali e non) è che, mentre gli statali sono rimasti a casa senza perdere lo stipendio e il posto, un numero ignoto dell'altro gruppo, ha perso soldi e lavoro, chiudendo, appunto, bottega.

La sopravvivenza garantita agli statali, almeno fino a quando non dovesse chiudere bottega anche lo Stato e il continuo pericolo di morire per i non statali: è questa, tradotta in realtà pratica indiscutibile, la famosa egemonia culturale della sinistra, ottenibile grazie alla pandemia, occasione decantata a parole e nel libro mal abortito dal mai sufficientemente offendibile Asino d'Oro 2020 (Speranza, fiore all'occhiello dell'acutissimo Draghi)?

Non faccio l'elenco tra i miei conoscenti di chi ha chiuso bottega, tra barbieri, pizzaioli, edicolanti (davvero tanti), gestori di chioschi e chioschetti, lavanderie, bar e dediti a tante altre attività che la fantasia dei disperati coraggiosi ha fatto escogitare per la loro sopravvivenza. 

Ricordo solo ciò che ho visto ieri a Sansepolcro, una delle cittadine che frequento nella mia zona (Pesaro-Ancona- Perugia-Arezzo).

L'Hotel Ristorante più famoso, più rappresentativo, anche per l'azzeccatissimo nome, La Balestra, con tipica cucina toscana, ma resa di classe, più gradevole e leggera, perché non contaminata dalla più rustica, pesante e vicinissima cucina umbra, il 27/8/21 ha definitivamente chiuso per fallimento! Povero Ingegnere Mario Tricca, proprietario davvero signorile e gentilissimo, vincitore del Palio della Balestra nel 1972! Pensate un po', in rete c'è l'albo d'oro dei vincitori del Palio, a partire dal 1594.

L'Hotel Ristorante La Balestra è stato frutto dell'intraprendenza di Vittorio Tricca, padre di Mario che, partendo da una trattoria ristorante chiamata già La Balestra, con grande fatica e sacrifici assieme ai suoi tre figli, è riuscito a costruire un gioiello che è stato anche motore di sviluppo in quella zona della Valtiberina. I vecchi della zona ricordano i tempi in cui a causa del gran numero di invitati a due pranzi di nozze in contemporanea, figurava il cartello                  "Ci dispiace, tutto esaurito".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    mario tricca
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


    casa, immobiliare
    motori
    Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

    Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.