A- A+
Culture
Palermo, personale sul poliedrico artista Mogol Jr.

Parole e immagini sono il suo terreno d'elezione. Alfredo Rapetti Mogol, classe 1961, figlio del grande Giulio, fin da ragazzo ha alternato l'attività pittorica con quella di autore di testi per canzoni. Due attività che convergono nella sua espressione artistica, caratterizzata dallo studio del segno.

Sabato 19 novembre presso Giuseppe Veniero Project, a Palermo, verrà inaugurata una sua personale (in cartello sino al 6 gennaio) che ne riassumerà le opere dal 1999 a oggi: “Alfredo Rapetti Mogol. Diario 99-016”. L'esposizione è concepita come un'unica grande installazione che presenta la produzione artistica del maestro nelle sue diverse sfaccettature: maxitele, carte di dimensione ridotta, lavori su marmo, installazioni al neon, oltre che contaminazione di materiali diversi, come il cemento e la tavola.

Consacrato nell'Olimpo dei più significativi artisti contemporanei da due presenze alla Biennale di Venezia (nel 2007, nel Padiglione della Repubblica Araba Siriana a cura di Duccio Trombadori, e nel 2011 nel Padiglione Italia), oltre che da personali in sedi prestigiose, come lo Spazio Oberdan di Milano nel 2014, Alfredo Rapetti porta a Palermo frammenti del suo universo artistico. Una ricerca che è partita dalle tele, ma che negli ultimi anni si è aperta ad orizzonti più ampi introducendo materiali extra-pittorici e articolandosi in installazioni complesse. Nucleo fondante rimane sempre la grafia. «Il segno scritto», racconta l'artista, «che solo la razza umana ha saputo tracciare, ha consentito la conservazione delle memoria delle epoche passate. Le immagini da sole non bastano, corrispondono a un film muto. Per questo sono sempre stato affascinato dal segno Segno che nella mia opera perde volontariamente il suo significato letterale, per ricercarne uno più primigenio ed universale, senza barriere linguistiche o culturali, condiviso per sensibilità ed origine. Sto lavorando sulla destrutturazione della parola. Ma attenzione i miei segni non danno vita a una lingua inventata. E' possibile ricostruire il significato originario. Anche se mi piace l'idea di un'infinita possibilità di una libera lettura soggettiva».

Tags:
palermo mogol
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.