A- A+
Culture
Photofestival 2018, Milano Capitale della Fotografia
Greg Gorman, Barbi Twins, Los Angeles, 1992 - Courtesy 29 ARTS IN PROGRESS

di Simonetta M. Rodinò

Nuova edizione di Photofestival: la rassegna milanese di fotografia d’autore che dal 24 aprile al 30 giugno presenta 165 mostre fotografiche - quasi tutte con ingresso gratuito - distribuite nella città, dal centro alla periferia all’hinterland, e per la prima volta coinvolge anche Pavia e Legnano.

La linea guida, collaudata da anni, è accostare agli autori affermati altri ancora sconosciuti.

L’appuntamento di quest’anno è dedicato a “Innovazione Conoscenza Storia”, tre elementi che caratterizzano la realtà e il futuro del capoluogo lombardo, che conferma il proprio ruolo di Capitale Italiana della Fotografia.

“Il compito di Photofestival è diffondere la cultura dell’immagine e consentire una visione critica; non essendoci nella nostra scuola spazio per le arti visive, offriamo un’occasione per confrontarsi, dando gli strumenti rivolti a tutti per apprezzare o anche non condividere i singoli lavori”, spiega Roberto Mutti, da anni direttore artistico della manifestazione.

Dalla prima edizione del 2007 in cui erano 50 gli spazi espositivi si è arrivati oggi ad avere 100 sedi tra gallerie d’arte, luoghi istituzionali, musei, biblioteche, librerie, palazzi storici, ma anche nuovi spazi che si aprono alla fotografia.

Risultato ottenuto da un lato da un lavoro di organizzazione molto ferreo con un gruppo ristretto di collaboratori, dall’altro con la scelta di instaurare con i potenziali artisti o galleristi un rapporto diretto, favorendo dunque il dialogo personale non accessibile con l’utilizzo della rete.

Non a caso nel programma di quest’anno un terzo delle mostre sono state realizzate, organizzate o promosse in prima persona da Photofestival.

Workshop fotografici, incontri di approfondimento, letture portfolio e performance di fotografia e musica, tra cui tre concerti jazz con interpreti Enrico Intra, Claudio Fasoli e Giovanni Falzone sono interessanti iniziative collaterali.

Una trentina di  iniziative di Photofestival saranno organizzate nel corso della  seconda edizione della Milano PhotoWeek, (4 / 10 giugno 2018), la manifestazione dedicata alla fotografia promossa dal Comune.

In esposizione poi alla Galleria Carla Sozzani, dal 13 maggio, il World Press Photo of the Year: vinto dal fotografo venezuelano Ronaldo Schemidt, che lavora per l’agenzia Agence France-Presse. La fotografia, intitolata “ Venezuela crisis”, mostra un ragazzo che indossa una maglietta che sta bruciando; è stata scattata durante una manifestazione di protesta contro il presidente venezuelano Nicolas Maduro, avvenuta a Caracas nel maggio 2017.

Lo scatto ha anche vinto il primo premio nella categoria Spot news, immagini singole. “La foto è simbolica. L’uomo indossa una maschera e alla fine sembra rappresentare non solo se stesso andando a fuoco, ma l’idea del Venezuela che brucia”, ha commentato Whitney C. Johnson, membro della giuria e vice direttrice della fotografia del National Geographic.

Varie sedi - Milano e hinterland

www.milanophotofestival.it

    

Tags:
photofestival 2018milano photofestivalphotofestival milano
in evidenza
Giulia Pelagatti... a tutto sport Talisa Ravagnani, ex star di Amici

Striscia la Notizia, sexy veline

Giulia Pelagatti... a tutto sport
Talisa Ravagnani, ex star di Amici

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT

Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.