A- A+
Culture
Servillo: "Se le donne smettono di comprare i biglietti i teatri chiudono”

di Paolo Braghetto

Toni Servillo ama il teatro, ama Eduardo e ha grande rispetto del pubblico che ricambia con grande affetto. Girando l'Italia insieme al bravo fratello Peppe con la commedia da tutto esaurito “Le voci di dentro” è approdato a Venezia dove ha incontrato gli spettatori prima dello spettacolo al Goldoni. “La voce nuda è un elemento erotico – commenta a cuore aperto il Jep Gambardella de La grande bellezza - il dialetto napoletano è una lingua musicale che può essere intonata a diverse altezze dando significati diversi alle parole. Tante volte conviene pensare in napoletano e poi parlare in italiano!” La star di Gomorra continua con alcune considerazioni sulla situazione attuale del teatro. “Esiste un vuoto istituzionale molto forte legato a una politica culturale del Paese che guarda al teatro come una Cenerentola delle arti perché non è un bacino di consensi elettorali. Se le donne smettono di comprare i biglietti i teatri chiudono”.

Tags:
toni servilloteatro
in evidenza
Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality

"Ci sarà anche Maxi Lopez"

Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality


in vetrina
Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra

Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra


motori
Ford svela i prezzi della nuova generazione del Ranger

Ford svela i prezzi della nuova generazione del Ranger

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.