A- A+
Culture

Venezia si svuota sempre più. E' difficile vivere e fare affari nella città lagunare. E così la storica Librairie Française di Venezia sarà rimpiazzata da un ristorante. Il fondatore, il francese Dominique Pinchi, ha deciso di gettare la spugna dopo 40 anni: "Nessuno tutela più questi luoghi di cultura".

Al posto della celebre libreria, centro di cultura e luogo di incontro per editori, artisti, case editrici, nota anche all'estero e in particolare in Francia, sta per aprire l'ennesimo ristorante turistico.

"La politica si è rivelata insensibile a salvare un luogo che non era solo una bottega, ma vivificava la città e l'intero quartiere - denuncia Picchi insieme alla socia Ornella Caon - e ciò ha consentito la fine di un frammento vivo di cultura".

Tags:
librairie française veneziavenezia librairie française
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.