A- A+
Economia
Banca Mediolanum, nasce Flowe: un altro passo verso l’innovability

Massimo Doris, Oscar di Montigny e Ivan Mazzoleni hanno presentata oggi, in diretta streaming dal Campus di Milano 3, Flowe, società di nuova costituzione di Banca Mediolanum, dedicata ai bisogni dei più giovani 

Flowe, spiega Massimo Doris, risponde alle esigenze dei più giovani, collocandosi però in continuità con l’anima innovatrice della Banca: “Mediolanum, nata senza sportelli, è considerata da sempre una banca moderna e innovativa, ma abbiamo visto negl anni cambiare molte cose come l’approccio dei giovani al mondo finanziario. La Banca è considerata “vecchia” dai giovani e dai giovanissimi; abbiamo quindi pensato a come andare incontro a questa fascia di popolazione e a come coprire le loro esigenze; Così un anno fa abbiamo incominciato a lavorare a Flowe: un lavoro pazzesco, con questa nuova app puntiamo a milioni di clienti, non solo in Italia ma anche in Europa”.

Anche Oscar di Montigny, Chief Innnovation, Sustainability & Value Strategy Officer di Banca Mediolanum , sottolinea come i valori della Banca siano stati delle fondamenta solide dalle quali partire, nonostante Flowe sia nata per camminare sulle sue gambe: “ Ci sono tutti i valori che hanno sempre caratterizzato Mediolanum, anche se Flowe nasce come identità propria. Le nostre radici hanno una matrice correlata ai valori della Banca che ci hanno differenziato da tutti gli altri player bancari”.

Come sottolineato anche da Doris infatti: “Banca Mediolanum continuerà a innovare, ma essendo qualcosa di molto diverso abbiamo voluto dare a Flowe una sua vita”.

Il primo valore caratterizzante è senz’altro quello dell’educazione, coniugato alla volontà di voler giocare un ruolo attivo nello scenario finanziario e sociale; “Flowe è la prima tappa di un lungo percorso: crediamo fortemente nel ruolo attivo della Banca nel sistema sociale, pertanto il tema dell’educazione, affrontato in maniera olistica, è centrale”, aggiunge di Montigny, che ha spiegato: “ È un’azienda piattaforma”,   una better being plat-firm, ovvero una piattaforma aziendale dedicata a tutti coloro che - sempre più numerosi - sono sensibili alle istanze di sostenibilità, di benessere individuale ed evoluzione sociale e che sono alla ricerca di un servizio bancario innovativo e completamente digitale, “ è un ecosistema caratterizzato da una dimensione esperienziale molto espansa: abbiamo infatti cercato di correlare gli stili di vita con i stili di consumo”.

Il fulcro dell’idea ecosistemica di Flowe si traduce in una dimensione di benessere con sé stessi che possa impattare, in maniera dinamica, sul mondo che ci circonda; come spiega Ivan Mazzoleni , Amministratore Delegato di Flowe : “Il nome coniuga diversi dinamismi, come si evince anche dal  pittogramma scelto: una goccia. Metaforicamente potremmo ricondurre l’essere umano a una goccia d’acqua, che è unica ma fa parte di un flusso!”

Quello di Flowe vuole essere un flusso virtuoso: “Partiamo dal forte concetto per cui l’economia del terzo millennio sarà purpose driven”, evidenzia ancora l'AD. 

 “Flowe costituisce uno snodo cruciale nel percorso evolutivo di Banca Mediolanum dinanzi ai cambiamenti strutturali portati dallo sviluppo tecnologico e digitale, ai nuovi stili di comportamento di acquisto, consumo e risparmi, tenendo conto delle istanze di sostenibilità e benessere sempre più diffuse e condivisibili” – dichiara ancora Massimo Doris. “Mi preme soprattutto sottolineare che” – prosegue – “con l'obiettivo di garantire una proposizione totalmente nuova e mirata, abbiamo istituto una newco, una legal entity ad hoc, con management e professionalità dedicati. Sempre in questa direzione, il servizio è stato sviluppato secondo i criteri tecnologici e digitali più avanzati e con diversi partner di prim’ordine dell’industria della information technology”.

 Conclude Massimo Doris: “In sintesi il commitment e l’ambizione della Banca sono massimi”.

“Flowe è il primo importante step di un percorso lungo e significativo che Banca Mediolanum intende intraprendere in maniera distintiva: quello della Innovability. Già oggi, e ancor più domani, non sarà più possibile innovare senza lasciarsi pervadere e orientare dai principi fondanti la sostenibilità e non sarà più possibile essere profondamente sostenibili se non supportati dalla forza esplosiva dell’innovazione. Affrontare in modo separato e poco sinergico queste due sfide dei giorni nostri rileverebbe qualsiasi azienda dalla sua responsabilità di essere motore evolutivo dell’intera società; e noi di Banca Mediolanum siamo fermamente determinati a contribuire alla realizzazione di un mondo migliore per tuttI. Flowe nasce con questo proposito, e anche per questo, è stata costituita come società benefit e pending b-corp”. Ha dichiarato Oscar di Montigny, chiamato a presiedere la nuova società Flowe. “Ho colto con grande passione ed entusiasmo questa nuova iniziativa stimolante e sfidante voluta da Banca Mediolanum. È stata un’occasione unica che poche volte la vita ti offre, la naturale conclusione di un percorso dopo una fase di ideazione e di creazione. Vi invito a scaricare l’app Flowe subito. Scoprirete una piattaforma di servizi, contenuti e valori che guarda al futuro", ha commentato Ivan Mazzoleni, amministratore delegato di Flowe. “Tra i numerosi plus innovativi e distintivi del servizio, voglio ricordare la carta di pagamento in legno riciclato, impact free, su circuito Mastercard”. 

La nuova app  è da oggi disponibile su Apple Store e Google Play Store. L’ultima fase di collaudo del servizio, il cosiddetto family & friends, ha coinvolto la cerchia relazionale più stretta di Banca Mediolanum e si è conclusa portando in dote già 15.000 utenti a bordo.

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    flowe mediolanumflowe fintechinnovabilityoscar di montigny banca mediolanummassimo doris banca mediolanum
    i più visti
    in evidenza
    Ferragni spettacolare a Parigi Calze a rete e niente slip

    Le foto delle vip

    Ferragni spettacolare a Parigi
    Calze a rete e niente slip


    casa, immobiliare
    motori
    Renault svela gli interni della nuova Austral

    Renault svela gli interni della nuova Austral

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.