A- A+
Economia
Banche italiane, redditività depressa: il Covid azzera 10 miliardi di profitti

BANCHE MEDIE CON ROE AL LUMICINO

Per le banche medie si ripropone il tema della redditività sempre al lumicino. Banco Bpm ha chiuso il 2020 con un utile netto di soli 21 milioni. Anche tolte partite straordinarie l’utile normalizzato si ferma a 330 milioni meno della metà dei 797 milioni del 2019. Anche qui ad affondare la profittabilità le nuove rettifiche sui crediti per 1,34 miliardi con un sonoro +71% sul 2019.

LP 7803188
 

Le due valtellinesi contribuiscono per poche centinaia di milioni. 113 milioni il Creval e 106 per la Popolare di Sondrio. Altri 200 milioni di profitti li porta a casa il Credem. La Bper segna 245 milioni di utili in contrazione del 35% sull’anno precedente. Alla fine il plotone delle banche cosiddette medie apporta al monte profitti del sistema poco meno di 500 milioni. Su patrimoni netti e attivi di decine di miliardi è ben poca cosa e segna ancora una volta la difficoltà delle banche medie a dare ritorni di redditività che superino il costo del capitale.

GLI EXPLOIT DI INTESA E MEDIOBANCA

Solo Intesa-Sanpaolo e Mediobanca tengono a galla il sistema. La banca guidata da Carlo Messina ha prodotto nell’anno della pandemia 3,27 miliardi di utile netto contabile. Mediobanca porta in dote (bilancio semestrale) 410 milioni di nuovi utili. Di fatto, Messina e Nagel neutralizzano i pessimi conti in rosso di Unicredit e Mps. Un sistema bancario che si regge di fatto solo su due grandi attori denota l’estrema fragilità del comparto.

Che oggi è sicuramente messo meglio sul piano del capitale (con esclusione della sola Mps) rispetto alla crisi del 2008-2009 e delle code velenose del 2011 e 2015-2016. Ma dovrà affrontare gioco forza la nuova tornata di aumento delle sofferenze dell’era Covid nel 2021-2022.

Non sarà un’ecatombe come nel biennio nero del picco delle sofferenze (2015-2016) ma di sicuro finirà per deprimere ancora una volta la redditività delle cosiddette banche medie. Che stentano strutturalmente a superare livelli di Roe del 2-3%, troppo bassi per remunerare gli azionisti e soprattutto creare valore. La nuova febbre da fusioni che ha contagiato il settore trova nella bassa profittabilità delle piccole banche il suo terreno fertile.

Commenti
    Tags:
    intesamediobancaunicreditmpsbanche italiane
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Francesca Lodo in lacrime I naufraghi contro Paul Gascoigne

    Caos all'Isola dei Famosi 2021. Video e foto

    Francesca Lodo in lacrime
    I naufraghi contro Paul Gascoigne


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Arrivano le nuove Alpine A110 Trackside!

    Arrivano le nuove Alpine A110 Trackside!

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.